A- A+
PugliaItalia
consales1

L'opposizione non perde un attimo ad appoggiare la denuncia sulla Sanità pugliese, che Mimmo Consales - primo cittadino di Brindisi - ha voluto evidenziare dal Pd, palesando un malcontento più diffuso tra le amministrazioni locali. 

Oggetto: la gestione dell’Asl di Brindisi, i «blitz» dell’assessore alla Salute, Elena Gentile, nei reparti ospedalieri, nonché la rivendicazione di nuovi equilibri dell'alleanza politica nei territori: «Noi abbiamo denunciato operazioni di macelleria sociale nella conduzione dell’Asl di Brindisi, con scelte assolutamente indifendibili anche per chi rappresenta un partito che è forza di governo - attacca Consales - sia nei Comuni sia alla Regione». Per quelle scelte indifendibili, «da tempo chiediamo un confronto serrato rispetto a scelte penalizzanti per i singoli territori: il confronto con la Regione - scandisce - è fondamentale per voltare pagina». Per questo, «la linea di dialogo aperta dal Pd può rappresentare una prima importante sollecitazione nei confronti di Vendola, a cui il Pd intende dire che qualcosa è cambiato rispetto a prima».

La nota di Luigi d'Ambrosio Lettieri, segretario Commissione Sanità Senato e coordinatore PdL Grande Cttà di Bari, arriva astertto giro di posta.

"Apprendiamo da agenzie di stampa che dal sindaco di Brindisi arrivano oggi parole di verità sulle

dambrosio lettieri1

responsabilità dello sfascio della sanità pugliese da addebitare alle scelte - che Consales stesso definisce indifendibili - della giunta Vendola e avallate dal partito di maggioranza relativa". 

"La denuncia di un esponente del Pd, sindaco di una città importante come Brindisi - continua Lettieri - contribuisce ad alzare il velo sulla mistificazione messa in atto dalla poderosa macchina da guerra propagandistica di Vendola che vorrebbe spacciare il fallimento di politiche miopi e clientelari, basate sugli sprechi e la macelleria sociale fatta di tasse insopportabili e servizi ridotti ai minimi termini, per una responsabilità del Governo Berlusconi che avrebbe imposto alla Puglia il piano di rientro".

"E' Vendola che ha imposto alla Puglia una gestione politico-amministrativa perdente e disastrosa, dovendo poi ricorrere al piano di rientro dopo aver più volte sforato il patto di stabilità e sistematicamente smantellato il sistema sanitario pugliese che oggi paga un prezzo altissimo all'arroganza di chi l'ha condotto nel caos più totale".

"Il cambio di passo che auspica, con onestà intelletuale, Consales - conclude d'Ambrosio Lettieri - è quello che il PdL chiede da tempo e con costruttivo senso di responsabilità verso i cittadini pugliesi a Vendola e, ora, alla sua giunta da combattimento".

 

Tags:
consalesd'ambrosio lettierisanitàpugliabrindisi
i blog di affari
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.