A- A+
PugliaItalia
discarica 01 770x577

Tre discariche abusive, di cui due situate in due impianti fotovoltaici e la terza sotto la centralissima piazza Genova del Comune di Soleto. Questa la clamorosa scoperta dei Militari della Tenenza della Guardia di Finanza e della Compagnia dei Carabinieri di Maglie, a conclusione di un’attività d’indagine sotto la direzione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce.

La notevole quantità di rifiuti interrati – si parlerebbe di oltre cento tonnellate - ha permesso all’Autorità Giudiziari di contestare il reato di traffico di rifiuti e di procedere con l’intercettazione di conversazioni telefoniche ed ambientali. Da subito è così emerso un panorama assai più ampio ed inquietante, caratterizzato da una fitta rete di relazioni fra l’organizzatore da una parte e professionisti, imprenditori, funzionari ed amministratori locali dall’altra. Tali relazioni erano finalizzate al conseguimento illecito di appalti pubblici ed al buon esito di varie pratiche urbanistiche oltre all’ottenimento, mediante artifici e raggiri, di tariffe incentivanti più vantaggiose rispetto a quelle spettanti elargite dal gestore servizi elettrici per la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici.

Venticinque gli indagati, di cui ventuno persone fisiche e quattro giuridiche, per reati quali “associazione per delinquere, abuso d’ufficio, corruzione, rivelazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio, frode nelle pubbliche forniture, falsità sia materiale che ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, traffico di rifiuti, distruzione ed occultamento di atti veri, truffa ai danni del G.S.E., violazioni alle norme sugli appalti e responsabilità amministrative, previste dal D.Lvo 231/2001, nei confronti delle quattro persone giuridiche”.

La complessa ed articolata indagine, condotta da Guardia di Finanza e Carabinieri, ha permesso all’Autorità Giudiziaria l’adozione di: sei ordinanze cautelari di cui cinque in carcere; sequestro preventivo di quattro parchi fotovoltaici da 1 MW cadauno, del valore commerciale complessivo di circa 20.000.000,00 di euro; sequestro preventivo, per equivalente, di beni mobili ed immobili di proprietà degli indagati per un ammontare complessivo di € 1.700.000; interdizione temporanea di esercitare uffici direttivi in imprese e persone giuridiche per due soggetti indagati; divieto di contrattare con la pubblica amministrazione per una persona giuridica. Per tutte e quattro le società di capitali sono state revocate, infine, agevolazioni, finanziamenti, contributi e sussidi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
soletoleccediscaricheamministratorienergia
i blog di affari
Green Pass più esteso per i guariti dal Covid: appello al Governo
L'opinione di Tiziana Rocca
"No Green Pass esclusi dalla vita sociale come se non fossero cittadini"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Caso Beccaglia: "Io, donna e medico, dico che non è violenza sessuale"
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.