A- A+
PugliaItalia
dambrosio lettieri

"Voglio esprimere innanzitutto la mia più profonda solidarietá alle forze dell'ordine e a tutta la gloriosa famiglia dei Carabinieri in particolare, oggi colpiti proprio davanti a Palazzo Chigi per le mani di un uomo di cui si sa ancora poco, ma che sembra abbia agito da solo". Lo dichiara in una nota il sen. del PdL Luigi d'Ambrosio Lettieri.

"La sparatoria davanti a Palazzo Chigi è un attentato molto grave alle Istituzioni dello Stato democratico che assume un significato ancora più inquietante per la scelta del luogo e dell'orario. Aver funestato la cerimonia del giuramento del nuovo Governo con il sangue di servitori dello Stato è un brutto segnale che non ci conferma solo lo stato di
Attentato Chigi
profondo disagio sociale ma ci consegna anche la fotografia dell'inquietante stato di allarme procurato da chi ogni giorno getta benzina sul fuoco alimentando i venti di una  pericolosissima stagione dell'anti-Stato".
 
"Dobbiamo ricordare tutti che le parole sono pietre che, una volta lanciate, non possono tornare indietro".
 
"Alle istituzioni, alla politica, naturalmente, il compito di lavorare per la coesione sociale e di trovare le risposte per dare prospettive concrete a chi sente di non averne più, a chi è senza lavoro, a chi si sente solo e disperato. Ai carabinieri feriti auguro di cuore una pronta guarigione".
Tags:
d'ambrosio lettierisparatoriapalazzo chigicarabinieriroma
i blog di affari
Lions Club Lecce ringrazia azienda di Bergamo
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.