A- A+
PugliaItalia
dAmbrosio Lettieri5
“Stop a demagogia e promesse. Il Sud, sempre più povero e sempre più privo degli strumenti di far fronte alla competizione internazionale ma anche interna, ha bisogno di una classe dirigente con la schiena dritta che per il riscatto del Mezzogiorno sappia anche affrancarsi dalla logica del colore politico", lo dichiara in una nota Luigi d’Ambrosio Lettieri, capogruppo PdL 12^ Commissione Senato.
 
"Continuare ad affermare nelle aule del Parlamento e in convegni blasonati di crescita e di politiche di sostegno per superare il divario Nord-Sud ha stancato tutti. Quello che conta sono i fatti e  i fatti ci raccontano che i provvedimenti vanno nella direzione opposta a quella delle promesse e degli impegni solenni assunti".
 
"Lo confermano i dati Svimez - aggiunge Lettieri - che fotografano una realtà che supera di gran lunga la soglia di tollerabilità e di sostenibilità, con settori strategici come sanità, università, trasporti, industria, solo per citarne alcuni, che evidenziano senza alcun dubbio la divisione sempre più netta tra le due aree del Paese".
 
"Ma, soprattutto, certificano l’inadeguatezza di provvedimenti che agevolano la fase recessiva, contraendo consumi, redditi e occupazione che al Sud nel 2013 prevede una contrazione del 2%. Il che significa che dal 2008 sino ad oggi, sarebbero persi 560mila posti di lavoro, pari al 9% del totale. Persino la stima positiva, seppure lievissima, del Pil per il 2014, valutata intorno ad un risicatissimo 0,7%, lascia fuori il Sud che prosegue solitario la sua corsa verso l’abisso, mentre la produzione industriale e gli investimenti calano paurosamente del 25%".
 
"La legge di stabilità, dunque, sia una occasione vera, da non perdere, per pianificare interventi concreti che, in verità, avevano trovato piena declinazione nel piano per il Sud presentato dal governo Berlusconi con il ministro Fitto che aveva avviato una nuova e lungimirante stagione di rinnovamento e di coesione responsabilizzando le classi dirigenti e in particolare le Regioni, chiamate a definire in maniera condivisa gli interventi strategici per lo sviluppo del territorio".
 
"Senza il Sud non cresce il Paese è rimasto solo uno slogan. E’ ora che diventi azione. L’agenda per il Mezzogiorno è stata lasciata nel cassetto. Questi i risultati”.
Tags:
svimezsudagendad'ambrosio lettieri
Loading...
i blog di affari
Lotta contro il razzismo, l'ennesimo strumento di controllo del tecnocapitale
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
PROGETTI PER CARCERI, GIUSTIZIA, VOLONTARIATO, CINEMA, DONATORI SANGUE
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.