A- A+
PugliaItalia
Taranto, cultura al pronto soccorso
giornata.sport.taranto.20

Taranto non sarà la capitale europea della cultura per il 2019, il progetto è stato scartato, miseramente al primo turno mentre rimangono in lizza le vicine città di Lecce e di Matera a cui vanno i nostri fraterni e sinceri auguri.

Le sconfitte bruciano, ma non devono impedirci la serenità di pensiero, altrimenti da esse non impariamo: e rifaremo sempre gli stessi errori. Quando si decide di giocare una partita occorre farlo sino in fondo ,se ci andiamo senza avere un'idea di dove si è e che cosa si fa, non si può semplicemente gridare "arbitro venduto". La verità in questa vicenda - e lo dico con l'amarezza di chi a suo tempo ha proposto alla giunta comunale di Taranto una delibera che su questo impegnava la città - è che il comportamento collettivo è stato inappropriato ed inadeguato:

  • Inappropriato perché nel percorso di costruzione del hanno interferito dinamiche politiche che facevano di questo progetto la sede di un confronto mirato ad altro.
  • Inadeguato perché alla fine il progetto era affrettato e non adeguatamente centrato su risorse e su realtà che pure abbiamo e che avrebbero la dignità di una valorizzazione internazionale. Non mi ripeto, ma qualche tempo fa alcune tracce mi sono permesso di proporle, pubblicamente ma non c'è stata sede dove discuterli.

La verità è che pur essendoci degli ambiti e dei circuiti culturali di buon livello a Taranto nessuno lavora per la collettività, ognuno per sè. Soprattutto in campo culturale ogni operatore ogni piccolo cenacolo lavora con la spocchia di dire io sono la cultura ed intorno a me non vedo altro.

Quando capiremo che la cultura non è la Magna Grecia, non è la Pittura, non è il teatro, non è i riti della settimana santa, non è la tecnica e l'industria, non è un buon programma amministrativo, ma tutte queste cose insieme?

Una volta ci insegnavano che c'era differenza tra cultura e nozionismo, il nozionismo era la conoscenza del dato, del singolo dato ma senza la capacità di collegarlo al contesto, la cultura è una conoscenza critica che ti dà la possibilità di amalgamare ciò che si è appreso per passare dal sapere al saper fare (ma da noi si dice che chi non sa insegna).

Abbiamo perso una battaglia, Taranto non sarà la capitale del 2019, ma potremmo non perdere la guerra.: Come il padre della parabola che morendo disse ai figli di cercare il tesoro nascosto nel piccolo podere, che lasciava in eredità – un tesoro che non c'era – ma che indusse i figli a rendere fertile e ricco il campo, così sapendo di aver perso la pentola d'oro del 2019 questa città può lavorare sulle sue potenzialità.

Infine una franca critica al nostro sindaco per dirgli che così come nessuno penserebbe mai di prendere un medico del pronto soccorso ( per quanto bravissimo nel suo campo) e di fargli fare per sei mesi il neurochirurgo, così forse occorrerebbe dare stabilità ad un settore come quello della cultura cui tutti attribuiamo un valore strategico. Non c'è per forza bisogno di un grande scienziato quanto piuttosto un operatore che sappia che il suo compito è lavorare per mettere insieme esperienze e saperi.

Tags:
capitale cultura europealeccepronto soccorsostefànotaranto
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.