A- A+
PugliaItalia
Terremoto al Comune di Foggia Landella: "Sono estraneo"

Terremoto al Comune di Foggia: avvisi di garanzia eccelleti verso Sindaco, ex Sindaco e dirigenti. Raggiunti da avvisi di garanzia il Sindaco di Foggia, Franco Landella, Gianni Mongelli, ex primo cittadino del capoluogo dauno Potito Belgioioso,  ingegnere con delega alla viabilità, appalti e contratti  presso la Provincia di Foggia, Fernando Biagini, ex dirigente comunale ai lavori pubblici dell’amministrazione firmata Mongelli, accusato di concussione lo scorso anno, insieme all’ex consigliere comunale Massimo Laccetti e all’imprenditore Adriano Bruno per un giro di tangenti relativo  alla locazione dell'edificio di piazza Padre Pio da adibire a sede di uffici giudiziari.

 

Le motivazioni dei recenti avvisi di garanzia, invece, riguarderebbero presunti  ritardi nelle risposte riguardanti i lavori di messa in sicurezza presso il Tribunale di Foggia.

Landella Mongelli
 

 

Franco Landella ha diffuso una nota a proposito dell'avviso di garanzia: ricevuto: "Ho dato mandato al mio legale per chiarire la mia assoluta estraneità".

 

Il sindaco di Foggia ha ricevuto un'informazione di garanzia dalla Procura delle Repubblica di Foggia, a firma del Sostituto Procuratore della Repubblica dott. Antonio Laronga, nella quale gli si contesta il reato di cui all’art. 328, comma 2, del Codice Penale, perché avrebbe omesso di rispondere ad istanze ricevute dal Servizio di Vigilanza sull’Igiene e la Sicurezza dell’Amministrazione della Giustizia (VISAG) nelle quali gli si chiedeva, in qualità di Sindaco del Comune di Foggia, di comunicare le iniziative intraprese dall’Amministrazione comunale al fine di garantire la sicurezza e la salute dei luoghi di lavoro presso il Palazzo di Giustizia di Foggia.

 

foggia comune
 

Voglio innanzitutto precisare che ho avuto modo di relazionarmi più volte sulla problematica dei lavori di messa in sicurezza da effettuare presso il Palazzo di Giustizia, sia personalmente, recandomi a parlarne con il Procuratore Capo, dott. Leone De Castris, sia inviando diverse missive in cui rappresentavo le difficoltà dell’Ente nel gestire una situazione ereditata dalla precedente Amministrazione e che si protrae da anni" ha dichiarato il sindaco di Foggia.

 

"Ancora nel febbraio di quest’anno ho inviato una missiva ai vertici del Palazzo di Giustizia in cui esponevo le difficoltà finanziarie in cui versa l’Ente, ribadendo, al contempo, il mio assoluto interessamento a trovare in tempi rapidi la migliore soluzione possibile". 

 

Pochi giorni dopo - ha aggiunto il primo cittadino - a dimostrazione dell’impegno assunto, ho altresì inviato ai suddetti organi copia della conferenza di servizio tenuta sull’argomento con i dirigenti comunali, nella quale ancora una volta ho sollecitato i dirigenti competenti ad attivarsi per effettuare i lavori richiesti reperendo l’adeguata copertura finanziaria. Quanto alle tre note alle quali mi si contesta di non aver risposto, ho potuto verificare dalla stessa imputazione di averle girate per competenza agli uffici preposti, con assoluta tempestività: le prime due risultano infatti inviate il giorno successivo a quello di ricezione, la terza dopo soli due giorni”.

 

Sono pertanto assolutamente sereno e fiducioso di poter chiarire quanto prima la mia posizione, nella certezza che non possano addebitarsi al sindaco, titolare dell’indirizzo politico dell’amministrazione, compiti che non gli spettano, così come stabilito sin dalla riforma introdotta con la legge ‘Bassanini – conclude il sindaco di Foggia –. A tal fine, ho immediatamente dato mandato al mio legale di fiducia, avvocato Michele Curtotti, per chiedere di essere ascoltato dal Sostituto Procuratore titolare di tale indagine, al fine di chiarire la mia assoluta estraneità a tale addebito”.

 

(inesmacchiarola1977@gmail.com)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
landellamongiellofoggiaavvisi garanziaterremotocomune
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.