A- A+
PugliaItalia
Bari

Bari – “Anche questo è un vantaggio del correre rispetto agli altri sport: ognuno va per conto suo e non ha da rendere conto agli altri”. Una versione della realtà, quella che Italo Calvino proponeva tra le pagine di “Se una notte d'inverno un viaggiatore”, non sempre veritiera e fattibile se inserita nel mondo del calcio di oggi.

Basti pensare al Bari, costantemente nell’occhio del ciclone mediatico (anche se visceralmente amato dai suoi tifosi) tra polemiche su alcuni giocatori e l’addio di Gautieri, come conferma l’estrema attenzione riservata ai galletti in occasione della partita contro il Lumezzane per la Tim Cup.

 
“E' una prima partita con molte incognite”. Esordisce così il tecnico Roberto Alberti prima della gara. "Le incognite del calcio estivo, della rosa decimata da indisponibilità, convocazioni e squalificati. Ma non cerchiamo attenuanti anzi deve essere l'opportunità per superare tutte le difficoltà e il turno. In questa direzione abbiamo lavorato questa settimana. Voglio vedere come il gruppo reagisce anche sotto il profilo atletico. A prescindere da tutto è una gara ufficiale del Bari e tutti dobbiamo onorare questa maglia".
Alberti
 
Sei giorni di lavoro per la squadra biancorossa ed una nuova metodologia da assimilare, con la consapevolezza di necessitare di maggiore tempo “per poter vedere qualcosa dal punto di vista tattico”, come spiegato dallo stesso Alberti.  Il Lumezzane arriva a Bari dopo aver eliminato la Massese: "E' una squadra giovane – spiega il tecnico - con in difesa i più esperti. Un gruppo di qualità e molto dinamico.
 
Siamo curiosi di vedere come reagiremo ma nello stesso tempo fiduciosi perché abbiamo lavorato per ottimizzare il passaggio del turno. Il modulo? Legato alla disponibilità dei giocatori. Potrebbe essere un 4-3-2-1 con qualche ragazzo adattato in un ruolo non suo".  Mancheranno sei titolari ("Ghezzal non sarà disponibile perché vogliamo lasciargli una finestra aperta per il mercato”, chiarisce Alberti) ed assisteremo, questa l’altra curiosità della giornata, all’esordio in difesa di Samnick.
 
Incerta la presenza anche di Enrico Guarna in porta, anche se il tecnico Alberti dice: “Sono molto contento che sia venuto a Bari. Ha una grande esperienza ed era, fino a gennaio, uno dei più affidabili della serie B. Sono felice che abbia sposato la causa Bari". "Con l'arrivo di Guarna – dichiara  il direttore sportivo Guido Angelozzi - abbiamo adesso un portiere di assoluta qualità. Era un giocatore che seguivamo già da qualche anno e che finalmente siamo riusciti a portare a Bari - dichiara - Con questa operazione siamo riusciti ad avere un giocatore di proprietà, abbassare il monte ingaggi ed abbiamo anche guadagnato qualcosa dalla cessione di Borghese". Sul campo per i biancorossi, probabilmente, avremo: Guarna; Defendi, Samnick, Dos Santos, Altobello; De Falco, Romizi; Galano, Sciaudone, Partipilo, Marotta.
 
Iscriviti alla newsletter
Tags:
tim cupbaricalciolumezzaneguarna
i blog di affari
Super Green Pass al via: un ricatto, una forma di apartheid
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.