A- A+
PugliaItalia
BariLumezzane

Bari – “Il ragazzo è studioso ma non sempre si applica”. E’ con questa frase, un po’ l’epigrafe delle adolescenze di tutti, che si potrebbe facilmente sintetizzare anche il Bari di stasera nel secondo turno di Tim Cup. Una squadra certamente motivata, quella scesa in campo al San Nicola di Bari contro il Lumezzane formata da Pena, Defendi, Samnick, Dos Santos, Altobello, De Falco, Romizi, Galano, Sciaudone, Albadoro e Marotta, ma che avrebbe potuto graffiare in maniera più decisiva. E lo dimostra l’esito, seppur positivo, raggiunto soltanto ai rigori. A fare da eco alle assenze  di Fedato, Fossati e Ghezzal  uno stadio quasi deserto ma che, grazie alla tifoseria più fedele, ha cercato di supportare al meglio i beniamini. Come sempre.

LEGGI/ Le formazioni e le dichiarazioni prima del match

Non sono mancate le sorprese, a partire dalle scelte dell’allenatore biancorosso Alberti: esordio in panchina per il nuovo arrivato Guarna, al suo posto tra i pali il rumeno Pena. Strategia che ha dato la possibilità di gustarsi la meritata luce dei riflettori al portiere, il quale ha firmato due parate a dir poco decisive.

Primi minuti da (timido) brivido hanno visto il primo giallo del match al 7’ per il francese Samnick ed una ghiotta occasione al 12’ per il Bari con combo De Falco ed Albadoro. Solo al 23’ una valida opportunità creata dal Lumezzane con Torregrossa e Benedetti. Al 37’ secondo cartellino giallo della partita al biancorosso Defendi.

Altalenanti sprazzi di gioco interessante nel secondo tempo: al 78’ Albadoro per i galletti e solo un minuto dopo Baraye per il Lumezzane. Neanche i supplementari però sono in grado di sciogliere le fila della partita: dopo la prima rete di Albadoro al 91’, infatti, non tarda ad arrivare al 115’ il pareggio segnato dalla squadra avversaria su rigore, grazie ad un errore del francese Samnick su Baraye.

Scatto decisivo del Bari sulle montagne russe dei rigori, grazie ad un 4-3 per i biancorossi. Allez Bari, in fila ad attenderci adesso c’è l’Atalanta.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tim cupbariqualificazionelumezzane
i blog di affari
La CGIL è la stampella dei padroni
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, arriva il 15 ottobre: l'Italia dice addio alla propria libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Pancani: “Draghi al Quirinale? Una garanzia per l’Europa”
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.