A- A+
PugliaItalia
Gaeta

E’ di Antonella Gaeta, Presidente dell’Apulia Film Commission il primo commento, mentre scorrono i titoli di coda dell’edizione 2013 del Bari International Film Festival:
“Il Bifest è appena finito e già ci manca!.. dalla stampa abbiamo avuto complimenti e anche critiche, come è normale che sia per un evento di questa portata, comunque è stato un successo di pubblico, con la presenza di 70.000 spettatori, 15.000 in più dell’edizione del 2012. L’Apulia Film Commission è pronta per preparare la nuova edizione del 2014”.

Silvia Godelli, Assessore alla Cultura, al Mediterraneo e al Turismo della Regione Puglia ha confermato che: “Per l’edizione del 2014 non ci sono problemi finanziari. Si attingerà ai fondi straordinari ai progetti di sviluppo su base programmatica per i due prossimi anni di legislatura 2014 – 2015 ed anche per il 2016. In modo da lasciare, a chi prenderà il nostro posto, la possibilità di continuare”.

Anche perché, come ha detto Ettore Scola, durante la conferenza stampa di chiusura del Festival “E’ Bari che fa

scola al galleria 2

il Bif&st”, il pubblico si unisce agli attori, ai registi, ai produttori, per parlare dei film più che per ottenere gli autografi. La dimostrazione è stata la presenza numerosa e costante alle varie lezioni di critica, sceneggiatura, fotografia, teatro”. Riflessione ripresa anche dal produttore Domenico Procacci: “Il pubblico deve essere attratto dai film, non il contrario”. A cui l’Assessore ha aggiunto: “Per questo il Bif&st ha proposto un Panorama internazionale di grande interesse, che ha attratto al Teatro Petruzzelli e al Cinema Galleria un pubblico di ogni età, che ha riempito ogni ordine di posto”.

Angelo Ceglie, Direttore organizzativo del Bif&st, ha sottolineato poi il successo del sito web organizzato da New Media: “Il sito ha ricevuto 55.000 visite, con 28.580 commenti e richieste di informazioni, 311.000 acquisizioni di pagina. UP in funzione dal 15 marzo 2013.. sempre raggiungibile. 2.000 downloud, 6.850 fan facebook e 98.000 visite sulla pagina face book, tra il 16 e il 23 marzo”.

laudadio ok

Di Felice Laudadio, Direttore artistico del Bif&st, la disanima più dettagliata: “Il nostro Festival è aperto a tutti.. dei circa 400 eventi del Bif&st 2013… 230 eventi sono stati gratuiti, 120 eventi sono stati a pagamento: 10 euro per le serate al Teatro Petruzzelli, 2 euro per il Panorama internazionale e il Festival del Cinema Italiano, 1 euro per la rassegna dei cortometraggi e documentari in concorso al Cinema Galleria, 7 euro per gli spettacoli di teatro al Teatro Forma - ad eccezione del monologo di Helitzka con solo 99 spettatori voluti dall’attore nel completo silenzio dell’allestimento della Chiesa di Santa Teresa dei Maschi - oltre ai workshop di fotografia di scena, sceneggiatura, regia e teatro, tenuti da Fabrizio Gifuni, Marcello Prayer, Luigi Lo Cascio, Roberto Herlitzka, Sergio Castellitto”.

“La rassegna degli 11 film (su 200 interpretati) di Alberto Sordi, la rassegna sui film di Federico Fellini, la rassegna sui film e teatro interpretati da Mariangela Melato, la rassegna sui film di Lina Wertmuller; le presentazioni dei protagonisti dei film del giorno, condotte da Marco Spagnoli, Enrico Magrelli (vicedirettori del Bifest). Le lezioni di cinema di Ettore Scola, Margarethe von Trotta, Stephen Frears, Carlo e Luca Verdone, Bertrand Tavernier, Dante Ferretti, Marco Bellocchio, condotte da Titta Sanguinati, Marco Spagnoli, Enrico Magrelli, Fabio Ferzetti, Maurizio Di Rienzo. I Focus sui personaggi: Claudio Bisio, Sergio Rubini, Kasia Smutniak, Riccardo Scamarcio, Margherita Buy condotti da Franco Montini, nell’Ex Palazzo delle Poste”.

“La mostra dei disegni di Federico Fellini, curata ed allestita da Francesca Fabbri Fellini, tratti dal “Libro dei

Fellini locandina Bif&st

sogni” di Federico Fellini (gelosamente custodito in cassaforte), le copie dei disegni con le didascalie, incorniciate ed esposte nella Sala Murat, restano patrimonio del Bifest. Con l’Amarcord su Federico Fellini a cura di Fiammetta Profili e condotto da Gerald Morin, con la presenza dei collaboratori più stretti del regista”.

E poi “La collaborazione della Cooperativa sociale “I bambini di Truffault” nelle persone di Giancarlo e Valentina Visitilli, per l’intervento alle proiezioni di 5.056 studenti, 262 docenti, 11 presidi, lasciando purtroppo fuori, per ragioni di tempo e spazio, altre 42 Scuole che hanno chiesto di partecipare. Insieme alle critiche arrivate per un evento non previsto: il Film di Edoardo Winspeare su Don Tonino Bello. Uno sforzo organizzativo non comune, per mettere insieme 380 posti a sedere, per 3 proiezioni, dato che non potevamo immaginare l’arrivo di spettatori con i torpedoni, per cui molti non sono riusciti ad assistere alle proiezioni. Ci scusiamo, ma per ragioni di sicurezza più di così non potevamo fare (è ancora vivo il ricordo dell’incendio del Cinema Statuto di Torino). L’avessimo saputo per tempo, avremmo richiesto la disponibilità della Cattedrale, solo così sarebbe stato possibile assistere al Film per tutti gli spettatori”.

Bif&st lezione di cinema

“Un’altra critica è venuta da “La Gazzetta del Mezzogiorno”, per l’anteprima del film “Benvenuto Presidente!”.. ricordo che il film è uscito nelle sale il 21 marzo e che è stato proiettato in anteprima al Teatro Petruzzelli il 16 marzo ben 5 giorni prima. Criticata, sempre da “La Gazzetta del Mezzogiorno” la rassegna su Alberto Sordi, ebbene: sono stati proiettati 11 film sui 200 interpretati da Sordi, atri documentari e filmati per un totale di 45 titoli che probabilmente non saranno mai più visti, con 300 ore di proiezione… Il Bif&st può essere paragonato al Festival del Cinema di Torino, la differenza è che quello di Torino ha 30 anni di vita, il Bif&st solo 4 anni e mezzo, l’intento è arrivare almeno agli 8 anni e mezzo, se ce lo consentono, per completare la dedica del Festival a Federico Fellini”.

“Per la programmazione del 2014 abbiamo pensato ad una sola Retrospettiva: non per celebrarne la scomparsa, ma per non dimenticare e celebrarne la grande maestria e la personalità, a 20 anni dalla morte avvenuta nel 1994, abbiamo già iniziato a raccogliere tutto sulla vita, le opere e l’arte di Gian Maria Volontè. Abbiamo già ottenuto una prima approvazione alla presenza di Francesco Rosi e Florinda Bolkan: ci saranno le Lezioni di Cinema del mattino, e continueremo con il Teatro, per rafforzare il suo rapporto con il Cinema”.

marcello e gian maria

Infine, “Per quanto riguarda i compensi, come ci è stato richiesto da più parti: il budget messo a disposizione dalla Regione Puglia per il Bif&st è stato di 1.000.000 di euro + IVA, ma l’IVA è un introito che l’Apulia Film Commission deve restituire allo Stato. Ricordo che il Bif&st, per la sua portata, è attualmente il più povero a livello nazionale; inoltre l’Amministratore dell’Apulia Film Commission percepisce 1.000 euro/m; i Collaboratori, con contratto semestrale, percepiscono dai 900 ai 1.200 euro/m per 6 mesi; i due Vice direttori percepiscono ciascuno 625 euro/m; il Direttore organizzativo percepisce 700 euro/m; il Direttore artistico percepisce 3.000 euro/m”.

Alla richiesta sui bilanci e sulle prospettive per il 2014, Silvia Godelli ha risposto che il Bifest è già programmato per la Primavera del 2014, l’incasso totale del Bifest 2013 è stato di circa 72.000 euro, per il bilancio definitivo e una prima programmazione amministrativa occorre almeno un mese di tempo.

Tags:
bif&sttitolivolontèlaudadioscolaconsuntivo
i blog di affari
Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
Di Ernesto Vergani
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.