A- A+
PugliaItalia
Trani Concerto a 4 mani ai fornelli Tra pietre sacre e mosaici di sapori

di Antonio V. Gelormini

Le temperature si abbassano, il profumo dei mosti si diffonde tra le colline e le campagne di Puglia e congiunzioni poco astrali, e molto terrene, vedono i "Sassi di Matera" diventare Cenacoli Europei di Cultura nel 2019.

In un modo o nell'altro la "pietra", quella crustacea delle vigne, quella granitica del Gargano o quella carsica della Murgia esprime il suo canto. Un canto antico che in Puglia assume tonalità compatte - da riflessi marmorei - a Trani ed Apricena, o arrangiamenti più teneri e caldi nei barocchismi tufacei del Salento.

Lampare Trani3
 

Nell'esclusivo contesto architettonico e scenografico delle Lampare al Fortino di Trani si rinnova l’affascinante appuntamento con “La cena delle pietre”, per gli amanti della buona cucina e gli appassionati dell'enogastronomia, presso il slow restaurant che nelle precedenti edizioni ha ospitato il prestigio di aziende vinicole come: Gaja (Piemonte), Antinori (Toscana), Tormaresca (Puglia), Perrier-Jouet (Francia), Jermann (Friuli), Petra (Toscana), Bellavista (Lombardia) e Charles Heidsieck (Francia).

L’evento ideato dal patron Antonio Del Curatolo nasce dal concetto di comunione tra le vigne, che poggiano su depositi di terra e pietre, e Trani: città della pietra per antonomasia, grazie anche al recupero della ex Chiesa di S. Antuono e il fortino ad essa inglobata, scrigno e mosaico architettonico di pregio, e d'antica e suggestiva bellezza.

Trani Lampare 4mani2
 

La nota particolare della serata è rappresentata dalla presenza in cucina di un pugliese doc: molfettese trasferitosi al Nord per lavoro, con la sua creatività è stata capace di mettere d’accordo la critica con il pubblico. La Stella Michelin Felice Lo Basso, ora chef dell’Unico di Milano e proveniente dal Grand Hotel Alpenroyal, ritorna in Puglia proponendo un menù esclusivo, insieme all’executive chef de Le Lampare al Fortino, Giovanni Lorusso, cuoco dell'anno 2011 e quarto classificato al Global Chef Challenge 2014.

Ospiti di questa edizione della 'Cena delle pietre' a quattro mani saranno tre importanti aziende vinicole: St. Michael - Eppan (Trentino Alto Adige), Contadi Castaldi Franciacorta (Lombardia) e Tenute Chiaromonte (Puglia).

DelCuratolo Cavaliere Lorusso
 

Le loro diverse annate verranno degustate alla presenza del brand manager Vittorio Cavaliere, presidente dell’associazione culturale Ricerca e Qualità, una vera e propria autorità del mondo enogastronomico pugliese.

A lui è affidato il compito di illustrare la filosofia da cui nascono i vini protagonisti di un nuovo, vincente e avvincente connubio con la storia e la bontà racchiuse nelle pietre e nei nostri territori, raccontare le peculiarità dei territori che li rendono così attraenti e particolarmente suggestivi.

La Cena delle pietre continuerà il suo calendario con nuovi ed importanti appuntamenti mirati alla valorizzazione dell'intero territorio pugliese, al fine di renderlo fulcro centrale nel panorama del vino e del gusto in Italia.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
lamparefortinotranidel curatolol9o bassounicomilano
Loading...
i blog di affari
Casaleggio e i 5Stelle: quel sospetto sulle ricandidature
Premio Golia 2021: straordinaria partecipazione
Laurea bruciando i tempi? Prima bisogna risvegliare la passione per la cultura
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.