A- A+
PugliaItalia
Vendola al Pd: 'Regionali lontane' Rotazione dipendenti è anticorruzione

di Antonio V. Gelormini

Nichi Vendola non sopporta l'insinuante campagna elettorale parallela, che prova ad aprire il fronte "elezioni regionali" ad oltre un anno di distanza dalla scadenza amministrativa natutale, e invita i partiti - primo fra tutti il Pd - a concentrarsi sulle prossime Comunali e sulle quelle altrettanto importanti delle Europee.

Un passaggio strategico per i futuri assetti e per il quadro che si va delineando anche a livello nazionale, che non deve minare un periodo sensibile e cruciale, per la compagine regionale che sta operando egregiamente e virtuosamente, come quello dell'ultimo anno di attività amministrativa.

Per Vendola sono fuori luogo e intollerabili i titoli che lo mettono in contrapposizione ad Emiliano, così come è fuori luogo qualsiasi tentativo di allusione ad offerte ministeriali, per provare ad ipotizzare anticipi di fine legislatura: funzionali a mire legittime verso il Lungomare Nazario Sauro, ma che vedono le elezioni regionali ancora lontane oltre un anno.

Anche perchè, e qui il rinvio potrebbe avere non solo il suono della minaccia, ma addirittura l'ambizione di trasformare i rintocchi della fine legislatura in squilli esultanti di rinascita, non è detto che il presidente non possa decidere di volersi ricandidare alla guida della Regione e prender parte, quindi, alle future primarie (di coalizione o di partito...) quando saranno programmate.

L'esortazione del presidente è a non disperdersi su un'insostenibile ed eterna campagna elettorale, quando almeno a livello regionale la produttività di risultati apprezzati e riconosciuti dal mondo intero continua ad essere alta. E a tal proposito, prendendo spunto dall'attività dell'assessorato guidato da Guglielmo Minervini, segnala:

Vendola8
 

“Lo strumento della rotazione dei dipendenti - non solo dei dirigenti, ma anche dei funzionari responsabili di procedimenti a rischio - è uno degli assi portanti della strategia anticorruzione della Regione Puglia. Si tratta, peraltro, di uno strumento innovativo che non può essere attuato in un giorno senza il rischio di provocare gravissime disfunzioni amministrative; per questa ragione la Giunta ha deciso di varare un apposito atto di programmazione che, in piena sintonia con il Piano Nazionale, deve coniugare problemi, esigenze organizzative, aspetti giuridici; tale atto deve essere emanato entro un termine (quattro mesi dal 4/2/2014) che rende francamente incomprensibili le polemiche di questi giorni".

"Del resto, l’esigenza di attendere un atto di programmazione non comporta alcun reale inconveniente - aggiunge Vendola - ove si consideri che la gran parte dei Dirigenti di servizio hanno una anzianità inferiore a tre anni negli incarichi o si approssimano al collocamento a riposo".

"L’impegno della Giunta sarà comunque finalizzato ad accelerare l’iter e a ridurre ulteriormente i tempi. Questioni tanto delicate del resto non possono essere liquidate con proposte che renderebbero ingovernabile la macchina amministrativa senza essere risolutive sul piano della legalità, ma richiedono uno sforzo di inquadramento complessivo in una regione come la Puglia che è  all’avanguardia su un tema la cui portata strategica non può essere sottovalutata, e sulla quale le strutture competenti stanno lavorando attivamente”.

(gelormini@affaritaliani.it)

 

 

Tags:
vendolapdanticorruzionerotazionedipendentiminerviniregionali
i blog di affari
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.