A- A+
PugliaItalia
Alfano Vendola

“Oggi lo Stato si è fatto sentire, si è visto. Ed è fondamentale per dare fiducia ai cittadini, per segnare l’impegno repressivo di contrasto, ma anche l’impegno culturale per non accettare nessuna forma di convivenza con gli stilemi della cultura mafiosa. Speriamo che dopo lo Stato, prenda la parola la politica perchè per troppi anni la politica ha taciuto su questi argomenti”.

Così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola al termine della conferenza in Prefettura dopo il vertice sulla sicurezza con il Ministro degli Interni Angelino Alfano.

“Negli anni tra il 1992 e il 2004 – ha ricordato Vendola - il lavoro della politica è stato di accendere i riflettori, accanto alle forze dell’ordine e alla magistratura, sui fenomeni criminali. Noi non avremmo mai costruito l’operazione Primavera, che ha consentito di smantellare il contrabbando di tabacchi lavorati esteri in Puglia,  se non ci fosse stato un lavoro culturale e politico teso a dimostrare che il contrabbando non era un fenomeno di folclore ma era un fondamento della criminalità mafiosa”.

Per Vendola quindi, c’è bisogno che “torni in campo la commissione antimafia, che torni un dibattito pubblico, che si torni a riprendere la parola. La lotta contro i clan non è un compito esclusivo della magistratura e delle forze dell’ordine, è un compito della società civile ed è un compito della politica”.

Vendola poi ha ricordato il protocollo per la dematerializzazione del fascicolo giudiziario sottoscritto tra la Puglia e l’allora Ministro di Giustizia Alfano . “Un protocollo – ha detto Vendola – che segnava un percorso fondamentale sul tema decisivo della velocità con cui si deve amministrare la giustizia. In Puglia, con pochi spiccioli, abbiamo costruito un modello di avanguardia nel processo di informatizzazione e di dematerializzazione del fascicolo giudiziario. Ci farebbe piacere – ha concluso Vendola - che quel protocollo fosse ripreso perché riteniamo possa essere un’occasione importante per dare ossigeno ad una giustizia che è in apnea”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
verticesicurezzaalfanobarivendolaemiliano
i blog di affari
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
DONAZIONI DI SANGUE, AIUTI E PROGETTI PER AGRICOLTURA E BIOGAS
Boschiero Cinzia
Atti fiscali illegittimi: Convegno a Milano il 20 maggio
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.