A- A+
PugliaItalia
Verbali, bilanci e strategie lunghe

La campagna elettorale prende la piega avvelenata dei risvolti giudiziari, i toni si alzano e le conferenze stampa si moltiplicano. Il botta e risposta Emiliano - Di Paola su compensi e indennità dell’ex Amministratore Unico di Aeroporti di Puglia, a poche ore di distanza l’uno dall’altra - le stesse che separano un aperitivo da un digestivo - testimoniano il livello di tensione raggiunto, ancor prima che il Centrosinistra abbia deciso, una volta per tutte, chi sarà il suo candidato sindaco al Comune di Bari.

E’ una sorta di ruolo suppletivo quello assunto da Michele Emiliano, presidente del Partito Democratico pugliese e sindaco uscente di Bari. Evidentemente strategico e funzionale anche a una personale campagna elettorale, che proietta effetti e cautele lungo quell’itinerario apparentemente breve: che porta da Palazzo di Città a Lungomare Nazario Sauro, ma che i navigatori elettorali indicano nell’articolato tragitto passante per Bruxelles.

La travolgente entrata in tackle (un vero e proprio placcaggio), verbali alla mano, per ostacolare la corsa appena avviata dell’ex manager di AdP, verso l’appuntamento al voto per le Comunali di primavera, prova a mettere fuori campo l’ipotetico competitor dalla successiva lotta per la presidenza della Regione Puglia, nel caso le vere mire di Mimmo Di Paola fossero altre.

Ipotesi verosimile, dato il primo passo pubblico – alcuni mesi fa – di Impegno Civile per Di Paola presidente della Regione, che potrebbe riprendere quota con l’eventuale ed attesa presa di decisione di Antonio Decaro. Ipotesi che verrebbe magistralmente bloccata con il sorgere di un contenzioso tra l’aspirante governatore e l’Ente stesso, che si appresterebbe a presiedere.

Sindaci grp
 

 

La quadruplicazione delle indennità del Safety Accountable Manager di Aeroporti di Puglia, a mio parere, ha la sua chiave interpretativa sostanziale nella verifica dei bilanci, dal 2004 in poi, piuttosto che nella speculazione formale della stesura dei verbali d’assemblea, comunque fondamentali nell’azione di indagine, per la natura stessa di atti ufficiali e sociali. Seguire gli importi reali inseriti in bilancio e quelli in pratica accreditati ai soggetti di riferimento, ritengo possa aiutare meglio a capire la dinamica degli eventi, al di là delle valutazioni di merito che vanno lasciate alle autorità competenti.

Nel frattempo, Sergio Blasi dà l’ultimatum a Antonio Decaro, Desirèe Digeronimo gioca a calcio con ragazzi del quartiere San Paolo, Pietro Petruzzelli continua a raccogliere firme e presidiare gli angoli della città. Giacomo Olivieri a declinare il suo programma, in funzione della cronaca cittadina e dei fatti economici quotidiani, mentre Alfonso Pisicchio - in chiave shakespeariana - continua a confrontarsi con i dubbi amletici. Più in là, Filippo Melchiorre e Costantino Monteleone dipanano la matassa d’improbabili primarie a destra e Eugenio Lombardi si avvia a toccare il tetto della sua 500esima visita guidata in Bari Vecchia.

Il tutto era cominciato bene, con un primo accenno di confronto tra candidati ufficiali e potenziali sui temi ‘cocenti’ della città e sull’idea rispettiva del suo sviluppo. Forse continuare su quella strada ha acceso qualche lampadina d’allarme sui riscontri e gli impegni niente affatto retorici, che rischiavano di essere assunti. O forse si è intravisto il possibile logoramento dei candidati già sul campo, mentre l’outsider esita e continua a riscaldarsi. Fatto sta che la brusca sterzata ha tutta l’aria del diversivo. L’impressione percepita è che non ci sia in giro tutto il coraggio necessario a scoperchiare le tante pentole di sottogoverno dal coperchio più o meno adeguato.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
emilianodi paolabaricomunaliadpcompensiverbali
Loading...
i blog di affari
Casaleggio e i 5Stelle: quel sospetto sulle ricandidature
Premio Golia 2021: straordinaria partecipazione
Laurea bruciando i tempi? Prima bisogna risvegliare la passione per la cultura
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.