A- A+
PugliaItalia
Writers, il gesto artisco sui muri Bari dà cittadinanza alla street-art

Su proposta dell’assessore alle Culture e Turismo Silvio Maselli, la giunta comunale ha approvato la nuova disciplina per le attività dei writers e degli artisti di strada, che pone la città di Bari tra le realtà più avanzate d’Italia in materia di arte di strada e di writing in luoghi pubblici.

Il nuovo disciplinare nasce con l’intento di migliorare alcune zone della città, creando un percorso artistico che possa essere anche attrattivo a livello turistico, nella convinzione che facilitare e tutelare il lavoro dei creativi locali è importante quanto incrementare il transito di artisti del panorama nazionale e internazionale sul proprio territorio.

“L’arte e il teatro di strada rappresentano un percorso di costruzione pubblica e collettiva di processi culturali - si legge nel documento approvato - dove i luoghi deputati allo spettacolo o alla performance artistica visiva non sono solo cornice del gesto artistico, ma fanno parte dello spettacolo stesso, dando valore mentre vengono valorizzati.

Maselli Decaro
 

Così la città custodisce e incrementa la propria bellezza, consentendo il gesto artistico in luoghi pubblici e non solo nei contenitori deputati allo spettacolo dal vivo. E il gusto dei cittadini si eleva, arricchendosi di quotidiani confronti con sensibilità diverse”.

L’aggiornamento della disciplina comunale prevede due distinte sezioni per i writers e per gli artisti di strada. Per i primi, purché maggiorenni e residenti a Bari, resta confermata la possibilità di ottenere, tramite l’iscrizione all’albo comunale, l’assegnazione di muri di proprietà del Comune sui quali esprimere la propria creatività. A differenza che in passato, però, le richieste di iscrizione potranno essere presentate attraverso un bando a sportello, quindi sempre aperto.

Sarà poi la ripartizione ad assegnare i muri ai writers richiedenti, che sul “loro” muro avranno la possibilità di apporre una targa di riconoscimento. L’artista assegnatario sarà direttamente responsabile dello spazio individuato, nonché delle opere che vi saranno realizzate, e sarà suo dovere aggiornare gli uffici comunali con materiale fotografico relativo alle proprie opere per fini di comunicazione e promozione delle attività.

Nel caso in cui i writers vogliano esercitare la propria arte su un muro che non rientri nell’elenco degli spazi a tal fine individuati nel regolamento (che sarà aggiornato mensilmente), o che non risulti di proprietà comunale, potranno procurarsi il permesso dal legittimo proprietario, pubblico o privato che sia, dandone opportuna comunicazione agli uffici della ripartizione Culture.

writers
 

Quanto alle espressioni artistiche di strada il disciplinare coerentemente con la legge regionale n. 14 del 25.08.2003, riconoscendole quali momenti aggregazione sociale, di integrazione con il patrimonio architettonico e monumentale e di sviluppo del turismo culturale, sceglie di liberalizzarle.

D’ora in avanti, cioè, gli artisti di strada potranno esibirsi dovunque sul territorio cittadino senza dover richiedere alcuna autorizzazione o risultare iscritti ad alcun albo (come invece accadeva in passato), purché non richiedano il pagamento di un biglietto a fronte dell’esibizione; non turbino la quiete pubblica; non impediscano la normale circolazione pedonale o veicolare e infine non esercitino commercio ambulante.

Gli artisti di strada inoltre non dovranno richiedere l’occupazione di suolo pubblico né comunicare all’amministrazione comunale il luogo o la data della propria esibizione.

D’altronde saranno ritenuti responsabili di eventuali danni - al manto stradale o a qualsiasi altra infrastruttura pubblica o privata - causati dalla loro esibizione.

Dichiara Maselli: “Con questo disciplinare facciamo un passo avanti significativo nella direzione già tracciata dalla precedente amministrazione e confermiamo l’idea che il graffiti writing e l’arte di strada siano a tutti gli effetti espressioni di arte pubblica metropolitana, e che come tali vadano sostenuti e valorizzati dall’ente pubblico. Per l’assegnazione dei muri legali ai writer iscritti all’albo comunale attiviamo uno sportello aperto tutto l’anno, mentre liberalizziamo sostanzialmente tutte le attività degli artisti di strada rimuovendo ogni ostacolo all’espressione artistica estemporanea. Il tutto a vantaggio di una nuova atmosfera creativa che ci auguriamo di vedere all’opera già durante le prossime festività natalizie”.

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Tags:
writersmasellistreet-artcittadinanzaalbogestomuri
Loading...
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Giustizia penale, dalla Lega una proposta utile, ma la sinistra non la leggerà
di Annamaria Bernardini De Pace
Lockdown, meno 630mila fumatori di bionde. Aumentano l'e-cig 218mila.
di Mariella Colonna
Ascolti tv, La casa nel bosco di Antonella Clerici diventa un format
Francesco Fredella
i più visti

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.