A- A+
Roma

Una tanfo nauseabondo e ambienti in condizioni igeniche pietose. Questo lo scenario scoperto dagli uomini della Guardia Ecozoofila Nazionale e del Corpo forestale dello Stato, in collaborazione con i Servizi veterinari della Asl Rm/F all’interno di una abitazione privata nel centro di Riano, che hanno sequestrato 26 cani di varie taglie. Gli animali sono stati avviati in tre strutture, due canili ed una clinica, appositamente individuati. Ma l'orrore doveva ancora essere scoperto.

Nel corso di un successivo controllo, effettuato nei locali adiacenti la casa, sono state inoltre rinvenute, sistemate in sacchi di plastica, numerose carcasse di cani in avanzato stato di decomposizione il cui decesso era probabilmente avvenuto in un arco temporale di alcuni anni. Per rimuovere i resti animali è stato necessario ricorrere all’intervento di una ditta specializzata del settore. Gli operatori, muniti di tute ed autorespiratori, si sono introdotti nella cantina ed hanno estratto 20 sacchi, contenenti carcasse in avanzato stato di decomposizione riconducibili ad un numero imprecisato di animali, per un peso complessivo di circa 200 chilogrammi.
Una volta ultimato lo sgombero dei resti che sono stati inceneriti si è provveduto alla disinfezione dell’intera area. Il proprietario dell’immobile è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria ed è stato oggetto di sanzioni amministrative per l’esercizio di canile abusivo, mancata iscrizione all’anagrafe canina e per violazione delle norme in materia di smaltimento delle carcasse.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lagercanileriano



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Ddl Zan, e se un ragazzo dicesse di essere un coccodrillo?
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Ddl Zan affossato, la proposta liberticida coerente con il pensiero unico
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Perugia, un “Green Table” per la cultura ambientale del mondo
di Maurizio De Caro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.