A- A+
Roma

Questa mattina, 10 ottobre 2014, si è tenuta l’ultima udienza del processo penale n. 6532/08 a carico dell’Ing. Francesco Rando celebrato innanzi alla VIII Sezione del Tribunale Penale di Roma.
In tale processo, instaurato fin dal 2008, erano stati contestati ben otto capi d’accusa per vari reati ambientali nonché per il reato di falso, che si presumevano perpetrati da Rando nella funzione di Amministratore Unico della Società E. Giovi gestrice della Discarica di Malagrotta e degli impianti  connessi
All’esito dell’udienza odierna, al termine di un processo durato ormai sei anni, l’ingegner Rando è stato prosciolto da tutti i reati contestatigli.
Dal 2000 ad oggi questo è il nono processo nel quale Rando viene prosciolto per reati contestatigli in relazione alla funzione di Amministratore Unico della Società E. Giovi carica dalla quale peraltro è ad oggi cessato. Lo rende noto la società E. Giovi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
malagrottae giovirandorifiutidiscaricaambiente



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
Boschiero Cinzia
Unioni civili, l'iter da seguire se si vuole divorziare
di Avv. Francesca Albi*
Svizzera, sì al Green Pass: il golpe globale del regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.