A- A+
Roma

Per liberare una casa occupato la Polizia è dovuta intervenire con la forza, prima caricano il "picchetto di solidarietà" dei centri sociali, poi usando i lacrimogeni per disperdere i manifestanti.

E' successo tutto poco dopo le 6, quando gli agenti sono intervenuti per eseguire un provvedimento di sfratto in via degli Ontani 66 a Centocelle. Qui hanno trovato un gruppo dei Blocchi Precari metropolitani, intervenuti in solidarietà della famiglia di Farook.

"Sul posto erano presenti circa 50 manifestanti - riferisce la Polizia - che, con striscioni e caschi in testa, hanno sbarrato l’incrocio tra via dei Platani e via degli Ontani impedendo di fatto l’accesso ai mezzi blindati. Gli agenti hanno cercato quindi di raggiungere un accordo al fine di rimuovere il blocco e permettere l’esecuzione dello sfratto. I manifestanti, però, alla fine sono riusciti a barricarsi all’interno del cortile ed hanno lanciato fumogeni e torce di segnalazione nei confronti degli agenti, due dei quali, un Funzionario ed un Sostituto Commissario, sono rimasti leggermente feriti. A
quel punto, per vincere la resistenza ed evitare che altri agenti venissero attinto dalle torce, si è resa necessaria un’azione decisa da parte delle forze dell’ordine che hanno lanciato a mano due lacrimogeni. Dopo alcuni attimi di tensione, si è instaurata una trattativa durante la quale i manifestanti hanno richiesto l’intervento di un rappresentante del V Municipio, al quale hanno poi richiesto un alloggio dove poter ospitare la famiglia destinataria dello sfratto. L’incontro proseguirà presso gli uffici competenti.
Al termine, pertanto, gli agenti diretti dal dirigente del Commissariato Mauro Fabozzi sono riusciti pertanto ad allontanare tutti i manifestanti, consentendo all’ufficiale giudiziario di eseguire lo sfratto senza nessun’altra turbativa.
Farook, la moglie e i 2 figli si sono recati presso il municipio V per incontrare il presidente Palmieri e chiedere una soluzione degna. Una quindicina di manifestanti sono stati identificati e saranno denunciati, fra questi l’autore del ferimento del funzionario di polizia.

"E' una famiglia con sfratto per morosità incolpevole - spiega Massimo Pasquini, della segreteria dell'Unione inquilini Roma - Questo sfratto violento è stato eseguito in piena violazione della legge 124 del 2013 e del decreto attuativo 14 maggio 2014 pubblicato in Gazzetta ufficiale 14 luglio 2014. Questo sfratto se il comune e prefetto avessero applicato la legge non sarebbe avvenuto in quanto la legge vigente prevede che i comuni predispongano gli elenchi (non graduatorie nè bandi) delle famiglie con sfratto per morosità incolpevole e che questi siano inviati al prefetto per la graduazione degli sfratti. Lo sfratto violento eseguito oggi è uno sfratto illegale eseguito in violazione della legge vigente e frutto dell'assenza di qualsiasi azione applicativa da parte del Sindaco e dell'Assessore competente. Tanto che lo stesso consiglio comunale solo 48 ore fa aveva votato e approvato una mozione che impegnava la giunta ad adempiere immediatamente alle disposizioni di legge. Siamo stufi di dover questuare anche l'applicazione di leggi e sentire o leggere comunicati contriti e pieni di 'sofferenza' da parte dell'Amministrazione comunale quando da questa non arriva neanche l'applicazione delle leggi. Basta con i ritardi tutte le famiglie con sfratto per morosità incolpevole devono avere lo sfratto graduato e il diritto all'accompagnamento sociale ovvero al passaggio da casa a casa. Tutti gli sfratti eseguiti a Roma da oggi in poi sono responsabilità del Comune di Roma. La legge è vigente da 10 mesi il decreto attuativo è vigente da oltre due mesi e il comune che fa? Se l'assessore alla casa non sa neanche applicare una legge in tempi rapidi è necessario che ripensi al suo operato e che tragga le sue conclusioni: o prende slancio per una immediata ripartenza o lasci ad altri questa incombenza. Dal Sindaco ora pretendiamo non parole ma fatti!".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
centocelleblocchi precari metropolitani



Covid Roma: crescono i ricoverati ma la curva dei positivi continua a calare

Covid Roma: crescono i ricoverati ma la curva dei positivi continua a calare

i più visti
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.