A- A+
Roma

"Siamo pronti a presentare un esposto alla corte dei Conti per i soldi pubblici spesi da Marino senza nessun miglioramento. Tre mesi fa il sindaco e l'assessore ai lavori pubblici Masini avevano annunciato di aver speso 3 mlm di euro per la pulizia delle caditoie: che fine hanno fatto quei fondi? Come sono stati impiegati?". Lo dichiara in una nota Alessandro Onorato, capogruppo della Lista Marchini in Campidoglio.
"Chi amministra la città - aggiunge Onorato - si deve assumere le proprie responsabilità: non è accettabile che ad ogni pioggia insistente Roma sia paralizzata e che in alcuni quartieri, come l'Infernetto e Prima Porta, i cittadini rischino addirittura la vita a causa degli allagamenti. Qual è la differenza con la giunta Alemanno?".
"Roma ha bisogno non solo di interventi strutturali - conclude il capogruppo - ma soprattutto dell'ordinaria manutenzione che la giunta Marino non ha mai iniziato".

Tags:
nubifragio romaallagamentilista marchini



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Luoghi dell’anima: le “piccole case” di Bruno Messina
di Mariangela Turchiarulo
FSBA: ANNULLATE LE SENTENZE DEL TAR DEL LAZIO
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.