A- A+
Il Sociale
cane

La castrazione potrebbe daneggiare la salute dei cani, aumentando il rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro e malattie alle articolazioni. Lo studio, condotto sui golden retriever, e' stato pubblicato sulla rivista PLoS ONE da parte della University of California di Davis.

Gli scienziati hanno esaminato i registri sanitari di 759 esemplari di questa razza scoprendo un tasso doppio di displasia all'anca fra i cani che erano stati castrati prima di compiere un anno. Secondo Benjamin Hart e il suo gruppo, l'associazione fra castrazione e rischi per la salute del cane resta complessa: ad esempio, la maggiore incidenza di malattie alle articolazioni fra i cani castrati molto preso e' probabilmente una combinazione dell'effetto di questa pratica sulla crescita del giovane cane e dell'aumento di peso che normalmente si verifica nei cani castrati.

Lo studio ha comunque rivelato un tasso molto piu' alto di displasia all'anca, rottura del legamento crociato craniale, linfosarcoma, emagiosarcoma e mastocitoma in esemplari di golden retriever (femmina o maschio) sterilizzati o castrati rispetto agli altri, indipendentemente dal momento della castrazione.

Tags:
animalicanecastrazione

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.