A- A+
Il Sociale
gau buona

"Voglio fare questa cosa, mi assolve?". Umberto Costamagna, imprenditore molto cattolico, ha fatto questa domanda al parroco. Aveva appena deciso, da presidente della società di call center Call & Call, di concedere il congedo matrimoniale anche ai gay. Una decisione assolutamente progressista arrivata dopo che una sua dipendente aveva chiesto un permesso per andare a sposarsi in Germania.

Al Corriere della Sera ha spiegato: “L’ho detto scherzando al mio parroco: ‘Voglio fare questa cosa, mi assolve?’. Mi ha risposto che non c’è niente di male. Ho anche la benedizione del prete. Riconoscere i diritti delle persone, farle stare bene non è buonismo: significa farle lavorare meglio. Come dice il cardinale Dionigi Tettamanzi, l’etica nel mondo dell’impresa non è un freno, è un’accelerazione”. I responsabili del personale non volevano acconsentire alla richiesta della sua dipendente, ma lui ha concordato con i sindacati di introdurre il congedo per tutti gli sposi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
congedogaycostamagna
in evidenza
Barak, nuovo crack della serie A Milan in pole. Ma la Juventus...

Calciomercato

Barak, nuovo crack della serie A
Milan in pole. Ma la Juventus...

i più visti
in vetrina
Belen, "negrita" in bikini nero. Laura Chiatti: "Ma quanto sei bella?". Foto

Belen, "negrita" in bikini nero. Laura Chiatti: "Ma quanto sei bella?". Foto


casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: On air in Italia il nuovo spot di Giulia e Stelvio

Alfa Romeo: On air in Italia il nuovo spot di Giulia e Stelvio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.