A- A+
Il Sociale
L'intervista/ Finazzer Flory ad Affaritaliani.it: "Nulla di più serio del gioco"

Dopo Paolo Sorrentino un altro grande regista sarà ospite di Massimiliano Finazzer Flory. Il premio Oscar Gabriele Salvatores si "metterà in gioco" per il secondo appuntamento dell’ottava edizione de Il Gioco serio dell’Arte, rassegna culturale promossa da Lottomatica. Il regista si confronterà con Finazzer Flory sul valore e sul significato del "raccontare" che Salvatores stesso ha definito "potenziale creativo, innovativo e sociale"

Continua il suo "Gioco serio dell’Arte", che senso ha questo accostamento?
Non c’è nulla di più serio del gioco. Là dove il vincere ci costringe a muoverci tra tecnica, intuizione, fortuna e rischio. Il Gioco serio dell’Arte è un format, che ho ideato ormai 7 anni fa, nel quale l’opera d’arte ti mette in discussione, ti interroga e ti fa vedere che non sei capace di guardare, ti fa sentire che non sei capace di udire…

Come mai questa volta avete scelto Gabriele Salvatores?
Perché Salvatores non è solo un grande regista ma un grande uomo che in 40 anni ha saputo coniugare umiltà e ricerca, successo e inquietudine, ma soprattutto ha avuto il coraggio di continuare a cambiare genere, stile, ritmo, storie, rimanendo se stesso. Dunque per rispondere alla sua domanda cito il mio Rilke “in questo viaggio noi nasciamo, per così dire, provvisoriamente in un luogo; è a poco a poco che componiamo in noi il luogo della nostra origine, per rinascervi in un secondo tempo e ogni giorno più definitivamente.” Dopo Paolo Sorrentino un altro grande regista sarà ospite di Massimiliano Finazzer Flory. Il premio Oscar Gabriele Salvatores si "metterà in gioco" per il secondo appuntamento dell’ottava edizione de Il Gioco serio dell’Arte, rassegna culturale promossa da Lottomatica. Il regista si confronterà con Finazzer Flory sul valore e sul significato del "raccontare" che Salvatores stesso ha definito "potenziale creativo, innovativo e sociale"

Il regista ha un potenziale creativo e sociale particolare secondo lei?
Nel cinema il regista è dio, ma non deve essere violento e neppure despota, al contrario, la sua grandezza dipende dalla possibilità di lasciar sbagliare, di farci soffrire, di aprire, per le nostre emozioni e i nostri peccati, una via di fuga, una confessione.

Come accosterebbe lei Salvatores alla sua “gran Serata Futurista”?
Nel connubio fra tecnologia e creatività, fra il fantastico e il reale, fra la necessità tecnica e il bisogno che ognuno di noi ha di adolescenza. Questo connubio ha a che fare, in certo modo, con il futuro, non ha paura delle tremende bellezze.

Il concetto di futurismo sta cambiando in questo periodo di grandi sconvolgimenti socio-politici?
Prima di tutto con le parole di Filippo Tommaso Marinetti : “Noi sbrigammo già il funerale grottesco della Bellezza passatista che aveva per elementi essenziali il ricordo, la nostalgia… lo sgretolarsi delle rovine, la muffa, il pessimismo, la tisi, il suicidio, l'estetica dell'insuccesso… Dal caos delle nuove sensibilità contraddittorie nasce oggi una nuova bellezza che, noi Futuristi, sostituiremo alla prima, e che io chiamo Splendore geometrico e meccanico”. L’eredità del Futurismo è sotto ai nostri occhi, anzi tra le nostra dita, come sui touch screen. E’ all’interno di questa stessa intervista. E’ nel digitale, nell’informazione senza fili. Internet mette lo spettatore al centro del quadro ovvero sul Website nel quale “l’officina appesa alle nuvole pei contorti fili dei fumi” è Google. Del resto, cosa sono gli SMS, gli MMS, e i twit se non la bellezza della velocità dell’uomo, dell’ebbrezza, sintesi ovvero poesia?

Tags:
gioco serio dell’artefinazzer florygabriele salvatores

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.