A- A+
Il Sociale
Licchello incontra gli studenti. Contrarie alcune associazioni Lgbt


Giovanni Licchello, da quando  è stato eletto mr gay Italia, si sta dando molto da fare nel suo ruolo di ambasciatore di una comunità lgbt troppe volte poco aperta all'esterno. Ha abbandonato il ruolo di "bella statuina" in cui questi concorsi a volte relegano i vincitori. Non solo bellezza quindi, ma partecipazione  attiva per far conoscere le esigenze e le motivazioni alla base delle lotte della comunità omosessuale. Ed è importante - come ci ricorda Licchello, farlo nelle scuole, luoghi dove i ragazzi si formano. Giovanni ha incontrato i ragazzi del IV e V anno dell'Istituto Alberghiero Sandro Pertini di Brindisi. L'iniziativa è stata voluta dal Preside della scuola per avviare un confronto sui temi legati all'omofobia e sul rispetto delle libertà individuali". Non tutti però hanno accolto con favore questa iniziativa, anche all'interno della stessa comunità lgbt. Affaritaliani.it ha chiesto a Licchello cosa pensa di questi incontri e di come interpreta il suo ruolo

Cosa pensi di questo tipo di incontri nelle scuole?
Sono incontri molto positivi, costruttivi. Poter confrontarsi come ieri in un clima pulito e sincero è la migliore arma per abbattere i pregiudizi non solo legati alla sfera sessuale ma anche di molti altri contesti. Se non si parte dalle scuole a comprendere che ogni diversità è qualcosa di prezioso non penso ci si riesca successivamente. Viviamo in uno stato radicato nel pregiudizio, nel giudicare qualsiasi cosa, ci vorranno anni ma da qualche parte bisogna pur cominciare.

Ne vorresti fare altri di incontri come questo? Ti hanno già invitato in altre scuole?
Per questi incontri sono a completa disposizione. In accordo con l' istituto alberghiero di Brindisi, il preside e i docenti, svilupperemo un incontro conclusivo a maggio. Questo progetto è anche piaciuto molto a livello ministeriale, spero che altre scuole possano raccogliere le testimonianze di ognuno di noi, noi tutti. Nessuno qui vuole insegnare niente a nessuno, ma semplicemente creare discussioni e confronti sereni che non lasciano spazio alle discriminazioni.

Quale è la cosa che ti ha colpito di più?
Due studenti che si sono alzati in piedi dicendo serenamente di essere omosessuali e fare delle bellissime riflessioni con tutti noi. un momento di condivisione straordinario.

Che accoglienza hai ricevuto? Straordinaria. non mi aspettavo così tanto affetto da parte di ragazzi e ragazze.

Alcuni associazioni non sembrano essere d'accordo con questa tua iniziativa. Forse perché hai un modo nuovo di intendere il tuo ruolo di mister gay. Quale sono i motivi secondo te?
Alcune associazioni sono composte da gente seria che fa da molti anni un ottimo lavoro e aiuta e supporta tanti ragazzi e ragazze di ogni orientamento sessuale. Altre associazioni come quelle che mi hanno "snobbato" per il mio intervento nelle scuole, sono solo aria fritta, hanno interessi diversi da quelli del mondo lgbt. Ora tutti a chiedermi i nomi di quali siano, ma darei l'ennesima possibilità di fare gossip da salotto quindi ho preferito dirlo alle persone che mi seguono veramente. Le associazioni serie e che stimo sono a lavoro e non si sono sentite toccate minimamente. Il ruolo di mister gay è una fantastica vetrina sociale per esprimere un qualcosa di personale, ognuno sceglie di interpretarlo come meglio crede, dico solo che io nelle serate preferisco ballare con la gente e non togliere lavoro ai tanti bravi cubisti che ci sono.

Progetti per il futuro?
Mi piace il mondo della comunicazione. Vediamo giorno per giorno cosa mi riserverà il futuro senza troppi grilli per la testa.

 

 

Andrea Bufo

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giovanni licchellomr gaystudenti
in evidenza
Mourinho furia contro Orsato Ma non per il rigore...

Juve-Roma, polemica continua

Mourinho furia contro Orsato
Ma non per il rigore...

i più visti
in vetrina
Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


casa, immobiliare
motori
Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie

Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.