A- A+
Il Sociale
Barilla, una cucina mobile per le emergenze della Protezione Civile

Le prime ore che seguono un'emergenza sono le più difficili. Ecco da dove nasce la volontà di sviluppare il progetto “Cucina Mobile” realizzato da Barilla con la Protezione civile di Parma. Su un vecchio camion Barilla è stata allestita una cucina mobile in grado di offrire 500 pasti caldi all'ora. La struttura snella di primo soccorso è in grado di intervenire in luoghi colpiti da dissesti naturali al massimo a quattro ore dalla chiamata con la possibilità di preparare e somministrare alimenti nelle prime 72 ore (la fase acuta della calamità) sia ai volontari della Protezione civile sia alla popolazione colpita. La colonna mobile è dotata di un "modulo" dedicato a persone celiache.

Il progetto è stato voluto dalla famiglia Barilla per tradizione sensibile e attenta alla missione della Protezione civile. Nel 2009, a seguito del terremoto dell'Aquila, si sono sviluppati rapporti intensi di cooperazione tra Barilla e la Protezione Civile. Il vice presidente del Gruppo, Paolo Barilla, è andato a trovare volontari e persone colpite dal terremoto in Abruzzo ed è stato presente in occasione dell'inaugurazione, nel 2010, della Cittadella Scolastica di San Demetrio ne' Vestini, dove l'azienda ha contribuito alla costruzione della nuova palestra. Nel 2012, dopo il sisma che ha colpito l'Emilia, Barilla era in prima fila nella realizzazione di una cucina all'interno dei campi di Rovereto di Novi e nella fornitura di prodotti.

Oltre al contributo economico per la realizzazione della colonna mobile, la vera novità del progetto sono gli "angeli" Barilla. I dipendenti del gruppo, infatti, sono stati coinvolti in un corso di formazione per diventare volontari base della Protezione civile e per contribuire, qualora ce ne sarà necessità, al funzionamento della colonna. Finora circa 80 persone hanno partecipato a cinque giornate di formazione.

«Questo impegno – commenta Paolo Barilla, vice presidente del gruppo Barilla ­ fa parte della storia della nostra impresa. Lo abbiamo ereditato dal nonno e da nostro padre: erano molto attenti ai bisogni delle persone e del territorio. Siamo molto orgogliosi anche dell'adesione entusiasta dei nostri dipendenti. Continueremo a portare avanti i nostri progetti, compreso il sostegno alla comunità di don Paolo a Baranzate, nel Milanese, che coinvolge 54 etnie. Il nostro scopo è di operare il bene in maniera efficace, in modo da renderlo un modello apprezzabile e da imitare, così da poter arricchire il Paese».

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cucina mobilebarillaprotezione civile
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Fondazione Pirelli: l’archivio storico dell’azienda milanese e non solo

Fondazione Pirelli: l’archivio storico dell’azienda milanese e non solo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.