A- A+
Il Sociale

Non erano case d'accoglienza ma una sorta di lager per anziani. I carabinieri dei Nas, su ordine del gip di Napoli Eduardo De Gregorio, stanno sequestrando tre strutture a Calvizzano, nel napoletano, in viale della Resistenza, dove sono ricoverati circa 150 anziani. Gli ospiti, secondo quanto accertato dal pm Giovanni Corona, non solo venivano assistiti in maniera superficiale e da personale non idoneo, ma in alcuni casi anche maltrattati e abbandonati.

I reati contestati vanno dall'abbandono di incapace, ai maltrattamenti ed esercizio arbitrario della professione sanitaria. In particolare, dalle indagini svolte dai militari del Nucleo anti-sofisticazioni e' stato accertato che alcuni dei degenti venivano picchiati dagli infermieri.

Una donna che non riusciva a parlare ha scritto su un foglio, che e' stato sequestrato, 'qui mi riempiono di botte'. Inoltre tre degenti che soffrivano di problemi psichici si allontanarono dalla struttura scarsamente controllata e due di loro furono trovati morti. I fatti risalgono al periodo compreso tra il 2007 e il 2012. Gli anziani ospiti delle tre strutture saranno trasportati tutti in ospedale o in strutture idonee ad assisterli.

Tags:
napolicasa di riposo
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.