A- A+
Il Sociale
Natale, shopping solidale. Ecco i regali che fanno bene

Ci sono doni a Natale che valgono molto di più. Che possono contribuire a regalare un sorriso e una speranza a chi ne ha veramente bisogno. Sono le idee solidali offerte da ong e associazioni: diverse proposte di regali il cui ricavato sarà destinato al sostegno di comunità e progetti di sviluppo nel mondo. Prodotti alimentari, gadget, piccoli e semplici oggetti, biglietti e bomboniere. Regali diversi tra loro, ma da mettere sotto l’albero con un unico nobile obiettivo. Eccone una breve rassegna. Pensando all'Africa. In occasione del Natale 2014, Amref presenta la sua offerta solidale rivolta ad aziende e singoli individui. Infatti, attraverso l’acquisto di regali solidali e donazioni libere, si può aiutare Amref a sostenere e sviluppare concreti progetti di intervento in Africa. Decorazioni natalizie, bomboniere, collane, t.shirt e numerosi gadget fanno parte della vasta gamma di prodotti da scegliere nel sito. Un supporto alla musicoterapia. La onlus varesina Fondazione Renato Piatti propone i suoi omaggi solidali con dei regali che fanno bene tutto l’anno, in quanto sostengono la musicoterapia per i bambini con disabilità ospiti del CRS di Besozzo (VA). Diverse le novità offerte dalla Fondazione: dalla modalità e-commerce che permette di ordinare direttamente da computer o smartphone gli articoli desiderati, fino alla rinnovata gamma di articoli e prodotti solidali.

La golosità al servizio delle emergenze. Non mancano le idee regalo “golose”, come quella che offre Intersos. L’organizzazione umanitaria, che opera in contesti di emergenza a favore delle popolazioni in pericolo, propone l'acquisto della cioccolata solidale che può essere scelta tra fondente o al latte con granella di nocciole. Un modo dolce per sostenere i progetti di Intersos in Italia, in Iraq, in Sud Sudan e in Repubblica Centrafricana per proteggere e assistere i bambini messi a rischio dalla violenze dei conflitti. Pacchetti regalo contro la distrofia. Una grande campagna di raccolta fondi per combattere la distrofia di Duchenne è invece lo scopo dell’iniziativa “Il Natale IncaRtevole”, per la quale Parent Project sarà presente in numerose città italiane. Tutti i partecipanti aiuteranno l’organizzazione a confezionare i pacchetti regalo per i clienti di Sephora, Game Stop, Eureka Kids, Toys, Esselunga in cambio di un'offerta che finanzierà la ricerca per la distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Un gesto d'amore verso i bambini, un aiuto ai disabili. Ritornano poi i regali di Ai.Bi Amici dei Bambini, che si avvale della partnership con prestigiose aziende per una proposta di regali solidali che rappresentano un gesto d’amore per tanti bambini abbandonati, e le bomboniere solidali della Lega del Filo d’Oro che permettono di sostenere i programmi personalizzati di assistenza, riabilitazione e reintegrazione dei bambini e adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali, portati avanti dalla Onlus marchigiana.

Ai bambini ha pensato anche il Ciai che, insieme ai molti regali solidali che contribuiscono a migliorare la vita di bambini, giovani e donne in paesi in via di sviluppo, propone una novità a fronte di una piccola donazione: un giocattolo, il regalo più semplice per tutti i bambini, ma non così scontato se si vive in una parte del mondo in cui ricevere giochi è un lusso. Impacchettare i regali e parlare di volontariato. Da sabato 20 a mercoledì 24 dicembre compresi, Telefono Amico Italia sarà presente con i suoi volontari in 17 punti vendita Upim per aiutare i clienti a rendere più belli e significativi i loro regali. I volontari dell’associazione, infatti, avranno una postazione accanto alle casse dove potranno impacchettare i regali e raccontare la loro attività di volontariato. Terre des Hommes a tutto campo. Con i regali Terre des Hommes, invece, il pensiero più buono arriva dritto dritto dove più c’è bisogno: nelle mani di un bambino malnutrito delle Ande, a una famiglia che fugge dalla guerra in Siria, a un operatore sanitario che combatte l’Ebola nell’Africa occidentale. Con diverse donazioni si può infatti contribuire ad arginare la diffusione dell’Ebola, acquistando un kit con molti strumenti utili per medici e infermieri, oppure dare un aiuto concreto ai profughi in Nord Iraq. Regali per tutte le necessità. Ovviamente anche per il Natale 2014 si è messa in moto la rete di associazioni umanitarie internazionali: da Save the Children fino all’Unicef. Tutti i regali sono interventi indispensabili all'interno dei vari progetti e contribuiscono a migliorare concretamente la vita di molti bambini e delle loro famiglie nei paesi in via di sviluppo. Action Aid propone invece “Regali per un sogno”, iniziativa con la quale si possono regalare cibo, acqua potabile, cure mediche e istruzione alle comunità del Sud del mondo. Per chi ama regali semplici ed utili, infine, Cesvi propone prodotti nuovi e solidali per tutte le necessità. Chi li riceverà sarà doppiamente feliceperché consapevole di aver contribuito al benesseredi bambini e famiglie africani e del sud-est asiatico.

(da Redattore Sociale)

Tags:
natalesocial
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

Scatti d'Affari
Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni


casa, immobiliare
motori
Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.