A- A+
Il Sociale
A Renzi la proposta di legge sul terzo settore de Litaliaintesta
gramigna

Un contratto di lavoro unico per il Terzo Settore, che preveda la clausola di inserimento professionale per giovani under 32 anni attraverso contratti a termine di durata massima di 48 mesi a fiscalità e contribuzione azzerata, con la facoltà di riscatto del periodo contributivo da parte del singolo lavoratore nel corso della propria vita lavorativa, alla stregua della facoltà già esistente per tutti i lavoratori laureati di riscatto del periodo universitario. Unico onere diverso dalla retribuzione netta, a carico del datore di lavoro, il pagamento dei premi assicurativi obbligatori.

E’ questa l’innovativa proposta di legge formulata da Paolo Briziobello, Presidente dell’Associazione di Cultura e Politica LITALIAINTESTA, accolta subito con entusiasmo dai numerosi operatori del No Profit provenienti da diverse regioni italiane presenti ieri a Torino al 1’ Convegno Nazionale de LITALIAINTESTA sul tema “ILSECONDOWELFARE”. Un Convegno molto riuscito e sentito questo primo appuntamento dell’associazione di cultura e politica appena nata. Un plauso e’ arrivato da esponenti della parte politica , presenti e non, che hanno voluto omaggiare LITALIAINTESTA con messaggi e mail, da esponenti della società civile, e da referenti di varie categorie professionali. Erano presenti, inoltre , esponenti del Comitato scientifico quali Sabrina Ulivi, Psicoterapeuta, Alessandro Bertirotti, Docente di Antropologia della mente e Andrea Graziani, Professore di biologia molecolare. Alla presenza di tutto il Direttivo nazionale, Daniele Marconcini( vice presidente ),Leandro Aglieri che hanno moderato i vari tavoli e Antonella Gramigna che ha aperto i lavori spiegando il significato della nascita del nome LITALIAINTESTA e la sua importanza come segnale di rinascita e di ripresa economico- sociale del Paese, in merito alla proposta di Legge così spiega il Presidente Briziobello: “Il Terzo Settore ha un ruolo di crescente rilevanza nel tessuto sociale ed economico italiano e rappresenta l’unico settore economico in controtendenza rispetto al mercato del lavoro, con costanti numeri in crescita in termini di richiesta occupazionale. A ciò si accompagna sempre più spesso la necessità di inserimento di personale altamente qualificato e specializzato per lo svolgimento delle attività di queste Organizzazioni, che ormai sopperiscono alla crisi del sistema di welfare pubblico. L’ostacolo rappresentato dall’alto costo del lavoro in Italia necessita di essere superato con interventi concreti e duraturi: questo contratto di inserimento, da intendersi unico per tutto il No Profit, è una opportunità per coniugare esigenze di qualificante inserimento nel mondo del lavoro con un occhio attento alle necessità di equilibrio e contenimento dei costi in queste importanti Organizzazioni. Supera di fatto il modello degli stage e del successivo contratto di apprendistato. Va da sé che il modello possa essere sperimentato ed eventualmente esteso anche alle attività Profit, magari con interventi “pilota” concordati a livello regionale.”

Nel corso dei lavori di ieri, a cui hanno partecipato alcuni candidati alle prossime Elezioni Europee ed importanti esponenti italiani di ONG e Organizzazioni No Profit, oltre ad Accademici ed esponenti Istituzionali quali Mercedes Bresso e Alessia Mosca, si è anche discusso circa il recepimento di direttive comunitarie quali quelle per l’abbassamento del limite di patrimonio alle Fondazioni e la revisione delle regole italiane per il riconoscimento della qualifica di ONG. Paolo Briziobello ha richiesto ufficialmente al Segretario del PD Piemonte Davide Gariglio, presente ai lavori, la disponibilità ad accompagnarlo a Palazzo Chigi dal Premier Matteo Renzi e dal Ministro del Lavoro Giuliano Poletti per la presentazione della proposta di legge e per sollecitare l’attuazione in Italia delle direttive comunitarie discusse.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
renziterzo settorelitaliaintesta
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.