A- A+
Il Sociale
salone mobile 2

Nasce nella falegnameria di San Patrignano l’ultimo lavoro di Bob Krieger, un’opera dal grande valore simbolico che l’artista presenta al Salone del Mobile di Milano in anteprima mondiale (martedì 9 aprile padiglione 16 B28).

Un’opera che ha origine dall’incontro di Krieger con questo luogo di rinascita, fisica e morale. Simbolo del riscatto per una vita nuova, l’opera, non a caso, si chiama “Victoria” e nasce dalle mani dell’artista e di quelle dei ragazzi di San Patrignano coinvolti con grande entusiasmo in questo progetto. Materia e simbolo della terza vita del legno, la botte barrique esprime con il suo riutilizzo la profonda relazione con i mestieri d’arte. Da materia prima il barrique si trasforma in “ali” simbolo di libertà, di leggerezza, di vita.

Perché questo luogo è entrato nel cuore dell’artista che ha deciso di dedicare gran parte del suo tempo a giovani che vogliono avere una seconda possibilità, che hanno deciso di impegnarsi per la loro vita attraverso un progetto di grande coinvolgimento, di aiuto dell’altro, di crescita morale e culturale, di riscatto da un passato che vogliono lasciarsi alle spalle. “Ho immaginato “Victoria” come il simbolo di una grande opportunità che un progetto generoso offre loro, per il loro riscatto e per la loro rinascita” afferma Bob Krieger. “Bob Krieger ha realizzato questa opera ispirandosi alla “Nike di samotracia”.

salone mobile 3

 

La venere alata dea della vittoria, rappresentazione di forza, virtù e fierezza. Realizzata con il legno delle barrique, ottone, resina e polvere d’oro è per noi ragazzi di San Patrignano un simbolo. L’idea che ci anima. L’omaggio alla nostra rivincita. La testimone di un percorso in cui è stato necessario rimettersi in gioco e, anche grazie al lavoro, riconquistare la dignità. Imparando a dare valore a ogni cosa e a noi stessi. Ridando luce e colore alle nostre vite. Trovare la forza necessaria per affrontare ogni sfida è di sé una vittoria. A San Patrignano, da più di trenta anni, accade ogni giorno”.

salone mobile 1

Victoria, da maggio a settembre 2013 sarà il simbolo della Comunità durante il road show in cui, da New York, Boston, Washington, Charleston, Miami, Houston, Chicago e Atlanta, San Patrignano presenterà il Progetto Barrique nell’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti d’America. Perché Progetto Barrique è molto di più. È soprattutto una storia, bellissima, che nasce nel Laboratorio di Falegnameria di San Patrignano da un’idea che in breve tempo diventa realtà grazie all’impegno delle ragazze e dei ragazzi della Comunità e alla realizzazione dei progetti dei designer che hanno donato la loro creatività all’iniziativa, tra cui Marc Sadler che ha creato mobili all’insegna della sostenibilità che saranno presentati in anteprima al Salone del Mobile, dal 9 al 14 aprile, dove San Patrignano presenta la nuova linea d’arredo.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
salone del mobilesan patrignanobob krieger
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.