A- A+
Il Sociale

 

Un'iniziativa nata per aiutare chi non riesce ad arrivare a fine mese. Sembra un sogno ma, almeno a Modena, si può fare la spesa senza pagare. In cambio si può dare un aiuto collaborando con i servizi sociali. L’iniziativa è nata a Modena, come racconta il Fatto Quotidiano.

Nei prossimi giorni il Centro Servizi per il Volontariato inaugurerà l’Emporio Portobello, un supermercato per disoccupati e famiglie in difficoltà economica. Solo a Modena sono circa 450 le famiglie a cui si rivolge la proposta. Persone che, a causa della crisi, fanno fatica a comprare beni di prima necessità.

A loro sono destinati una tessera e dei bollini per fare la spesa in un anno. In cambio loro dovranno dare il proprio aiuto nel volontariato almeno una volta alla settimana. L'iniziativa non è legata alla Chiesa, ma trova aiuto in molte associazioni laiche presenti in Emilia Romagna.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
spesa gratissupermercativolontariato
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro

Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.