A- A+
Il Sociale
Stamina, corteo a Roma: tensioni in piazza

"La salute non è un gioco. Curarsi per la vita e' liberta'". E' lo slogan della giornata di mobilitazione organizzata in piazza del Pantheon dai ragazzi del "Civico 117a", i fratelli Sandro e Marco Biviano e altri malati che chiedono la possibilità di accedere al metodo Stamina.

Con le ormai note magliette recanti la scritta "Curarmi non è un reato", indossate per l'occasione anche da alcuni cani portati dagli accompagnatori e sostenitori dei malati, i manifestanti, ha spiegato Sandro Biviano, nel corso della mattinata si muoveranno in corteo dal Pantheon alla volta di palazzo Chigi. "Vogliamo attendere di conoscere i contenuti della discussione del Consiglio dei ministri di oggi - ha aggiunto - sotto il palazzo".

Tags:
staminacorteoroma
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Duster protagonista del my Dacia road 2022

Duster protagonista del my Dacia road 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.