A- A+
Il Sociale
medium 131125 132601 To2511

BANNER

Caos, megafoni e carrozzelle nel centro di Roma per protestare contro i tagli alla ricerca sul metodo Stamina. In piazza un centinaio di manifestanti. I malati e le loro famiglie hanno sfilato davanti a Palazzo Chigi e a Montecitorio, dove hanno cercato di sfondare il cordone di sicurezza. Subito chiuso il portone della Camera. Una donna si è sentita male. Traffico bloccato nel centro della capitale. "Vogliamo solo curare i nostri figli", gridavano i manifestanti. Due di loro hanno versando il loro sangue su alcune foto che ritraggono il presidente della Repubblica Napolitano e il ministro della Salute Lorenzin

LA MANIFESTAZIONE -  Sandro Biviano e Roberto Meloni stanno letteralmente versando il loro sangue su alcune foto che ritraggono il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il ministro della Salute Beatrice Lorenzin. I due, medicalmente assistiti da volontari, fanno defluire il sangue dal braccio attraverso il tubicino di una flebo direttamente sulle foto, mentre un organizzatore urla al megafono: "Assassini assassini, vergogna Lorenzin stai mandando a morte questi malati".

"Siamo vite a tempo, lasciateci curare". E' uno degli striscioni esibiti dai manifestanti pro metodo Stamina che hanno letteralmente paralizzato il centro storico della capitale. Un centinaio di persone del presidio fisso di Montecitorio ha bloccato il traffico spostandosi in largo Chigi, poi singoli gruppi si sono spostati in piazza Venezia, in via del Tritone e all'altezza del Traforo mandando in tilt il traffico e costringendo i bus dell'Atac a deviare diverse linee su percorsi alternativi. In piazza molti malati - tra loro anche dei bambini - armati di fischietti e di cartelli di protesta.

I manifestanti di Stamina hanno sfondato il cordone di sicurezza che protegge Montecitorio e si sono avvicinati all'ingresso del palazzo. Immediatamente è stato chiuso il portone della Camera, con le forze dell'ordine che tentavano di allontanare i dimostranti. "Vergogna, vergogna", hanno urlato, "buffoni, buffoni".

Un centinaio di persone, tra cui anche dei malati di Sla e distrofia muscolare, stanno manifestando davanti alla Camera dei deputati in favore del metodo Stamina, la cui sperimentazione e' stata bloccata da un comitato scientifico istituito dal ministero della Salute. La protesta si sta svolgendo pacificamente in piazza di Montecitorio ma con degli slogan molto duri nei confronti di tutta la classe politica, anche se con toni molto accesi in particolare verso il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, e il premier Enrico Letta. Ad organizzare la manifestazione e' il Movimento Vite Sospese. Gli organizzatori hanno srotolato un immenso striscione per terra sul quale si legge: "Si' a Stamina". "Lasciateci curare", si legge invece su un cartello. A partecipare alla protesta c'e' anche il fondatore della Stamina Foundation, Davide Vannoni. In piazza c'e' anche la tenda blu, ormai nota a tutti, che fu montata molti mesi fa dai sostenitori del metodo Stamina, all'interno della quale si trovano i fratelli Biviano, Marco e Sandro.

Tags:
staminalimalatisanguefotonapolitanolorenzin

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.