A- A+
Il Sociale

Alessandro Frezzato

“Questa non e ‘ casa tua. Te ne devi andare, straniera di m…..”. Questi sono gli insulti chiaramente razzisti, usciti dalle bocche di tre ragazze di 19 anni dopo aver sentito una loro coetanea di origine brasiliana, che parlava al telefonino in portoghese con la madre. Avendo avuto quindi la conferma che la ragazza non era un’italiana, “autentica”, l’anno aspettata fuori da un negozio del centro di Taranto, pronte ad aggredirla sia fisicamente e sia verbalmente. Le tre scellerate (per non dire di peggio) si sono, infatti, nascoste dietro all’angolo, tra via Veneto e via Puglia e appena la ragazza gli è passata davanti, l’anno presa per i capelli, picchiata e spintonata nel tentativo di portarla in luogo più appartato.

La vittima dell’aggressione di stampo razzista è appunto una 19 enne brasiliana di origine ma tarantina di adozione. “Mia figlia parla italiano meglio di Matteo Salvini e del 60 per cento dei tarantini. Vive regolarmente in Italiana dal 2007”, racconta il padre tarantino. Proprio lui stesso ha denunciato il rammaricante accaduto. “Le hanno urlato parolacce e insulti per il solo fatto di avere un colore di pelle leggermente più scura e parlava in un’altra lingua”, dice il papà della ragazza.

Tale vigliacca aggressione a sfondo xenofobo lascia sorpresi, in primo luogo per via del fatto che non e’ comprensibile come si possa scagliarsi contro una persona, con questa violenza semplicemente perché non sei italiano e hai un colore della pelle differente. Mentre in secondo luogo in quanto le responsabili del pestaggio sono delle giovani ragazze cresciute quindi in sempre più multi-etnica.

Tags:
tarantoragazzabrasiliana
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.