A- A+
Il Sociale
Unicredit lancia bando a favore della terza età

Fino al 29 febbraio 2016 sarà possibile presentare i progetti per accedere ai fondi del Bando, messi a disposizione grazie a UniCreditCard Flexia Classic E, la carta di credito che, senza alcun costo aggiuntivo per il titolare, accantona il 2 per mille di ogni spesa effettuata per sostenere progetti di solidarietà.

Sette contributi da 60.000 euro per altrettante organizzazioni non profit distribuite sul territorio in corrispondenza della suddivisione geografica di UniCredit in Italia, che potranno ricevere ulteriori 80.000 euro, ripartiti in quota proporzionale, grazie all’iniziativa interna Your Choice, Your Project, che ancora una volta chiama i dipendenti di UniCredit a votare i progetti che ritengono più meritevoli tra quelli vincitori.

Come per le edizioni precedenti del Bando UniCredit Carta E, i progetti pervenuti verranno
esaminati e selezionati dal Comitato Carta Etica, interno a UniCredit, in collaborazione con il Cergas dell’Università Bocconi di Milano.
Dal 2011 a oggi il Bando UniCredit Carta E ha sostenuto con circa 2,5 milioni di Euro 26 progetti sul territorio nazionale riguardanti soprattutto due ambiti di intervento: il sostegno alle persone anziane in condizione di disagio economico, sociale o sanitario e il supporto all'imprenditorialità sociale e all’occupazione dei giovani.

Grazie a UniCreditCard Flexia E (c.d Carta Etica) UniCredit ha raccolto fino ad oggi più di 15 milioni di Euro e finanziato così oltre 400 progetti di solidarietà sociale a carattere locale e nazionale. Solo nel 2014, il Fondo Carta Etica ha permesso di sostenere 116 progetti a livello territoriale, con un contributo complessivo di 1,3 milioni di Euro al quale si aggiungono i fondi messi a disposizione per il Bando Carta Etica e le campagne periodiche di solidarietà a favore del Non Profit.

Anche per il 2015, UniCredit ha stanziato 2 milioni di euro del Fondo Carta Etica per le diverse iniziative di solidarietà.

Maurizio Carrara, Presidente di UniCredit Foundation commenta: «I contributi che verranno
erogati grazie a questa edizione del Bando UniCredit Carta E sosterranno progetti innovativi che vedranno gli anziani sia in qualità di utenti che come soggetti attivi, e ne valorizzeranno il ruolo sociale e l’inclusione nella comunità. Alle organizzazioni chiediamo di rispondere tanto ai bisogni diretti della persona anziana quanto a quelli delle strutture territoriali, relazionali e familiari che lo assistono».

«La collaborazione più che decennale con UniCredit Foundation - sottolinea Gabriele Piccini,
Country Chairman Italy UniCredit - ha contribuito a supportare progetti di grande utilità sociale. Grazie a
questa sinergia, che è andata affinandosi nel tempo, ogni anno vengono individuate alcune tra le tematiche sociali più urgenti e selezionati i progetti più innovativi a cui destinare i fondi raccolti. Per confermare l'attenzione del nostro Gruppo alle esigenze delle fasce della popolazione più deboli, quest'anno abbiamo deciso di concentrare il nostro impegno a favore delle persone anziane. Gli anziani costituiscono infatti una risorsa e una ricchezza della società. Per questo è necessario sempre più elaborare strategie di coesione sociale da un lato e di assistenza dall’altro».

Iscriviti alla newsletter
Tags:
unicredti-terzaetà-coesione-sociale
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.