A- A+
Il Sociale
Damiana: non ho più nulla. Il video choc prima di morire
 

Avevo dolori atroci alle gambe. Non volevo aspettare di rimanere paralizzata. La mia dignità mi impedisce di ricevere assistenza per l’igiene e per la nutrizione. Uno che ha amato la vita, che è poter godere di quello che c’è fuori, e poi gli viene negato tutto….la vita non ti appartiene più". A parlare è Damiana prima del suo viaggio verso una clinica Svizzera, il 28 agosto, per l'eutanasia. A pubblicare la video-intervista è Radio Radicale.

"Damiana, 68 anni, era affetta da sclerosi multipla, una malattia degenerativa che piano piano l’ha privata della sua autonomia. Nonostante abbia fatto tutte le terapie necessarie la degenerazione andava avanti. Si è messa in contatto con Marco Cappato, tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni, con cui si è incontrata già 3 anni fa. A quel tempo aveva ancora un po’ di autonomia ma poi, con l’aggravarsi della situazione, ha deciso di trovare una via di uscita", fa sapere l'associazione Coscioni.

Damiana nel video di 15 minuti ha tra l’altro dichiarato: "Ho speso 10000 euro per andare a morire in Svizzera. E chi non può permetterselo? Come fa? Rimpiango di non aver fatto tutto in Italia. Io vado in Svizzera ma spero che le altre persone possano finire dolcemente in Italia”.

Tags:
damianaeutanasiavideoradicali

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.