A- A+
Il Sociale

 

laura boldrini 500

La stima di riferimento è stata eseguita dal Consiglio d'Europa, poichè in Italia non esistono ricerche specifiche. I dati raccolti dai centri antiviolenza aderenti a Dire raccontano la gravità della situazione: nel 2012 sono state circa 15mila le donne che hanno chiesto aiuto perché vittime di abusi da parte di uomini. Il numero è in aumento crescita rispetto agli anni scorsi: nel 2011 sono state 13.140, nel 2010 13.696, nel 2009 13587, nel 2008, 11.805. La maggioranza di queste donne, quasi il 70, sono italiane e nel 90% dei casi hanno subito maltrattamenti all’interno della famiglia. 

Di fronte al bollettino quotidiano degli orrori" contro le donne, le moglie e le madri c'e' chi sottolinea la necessita' di prevedere un'aggravante per il femminicidio e chi sostiene che basta l'effettiva applicazione delle norme esistenti. Lo sottolinea la presidente della Camera, Laura Boldrini (nella foto), nel corso del convegno "Women. Libera dalla violenza". E la terza carica si chiede: se basta la legge attuale bisogna chiedersi "dove e perche' si inceppa il meccanismo della legislazione. Si potrebbe immaginare una sorta di monitoraggio che non spetta a me come presidente della Camera" ma "mi faro' carico" di sottoporre la questione alla commissione Giustizia presieduta dall'onorevole Donatella Ferranti".

I centri anti violenza sono "di certo troppo pochi. Si parla di un posto ogni diecimila abitanti. Non c'e' tempo da perdere", ha sottolineato ancora la terza carica dello Stato: i soldi per rifinanziare i centri anti violenza "devono essere trovati"

Tags:
violenza sulle donne
in evidenza
Leao perde la causa milionaria Pagherà 20 mln di risarcimento

Chiuso il caso con lo Sporting

Leao perde la causa milionaria
Pagherà 20 mln di risarcimento

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500

FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.