A- A+
Il Sociale

La protesta sta diventando una guerra. Dopo le manifestazioni e i blocchi della scorsa settimana ad Antegnate, nella bergamasca, dove è previsto un nuovo insediamento, la rivolta è arrivata a Capralba (Cremona). L'obiettivo è sempre lo stesso: gli allevamenti-lager di visoni dove ogni anno 170mila animali vengono uccisi e scuoiati senza alcuna pietà.

E si annunciano altre 100 manifestazioni in un tam-tam sul web che sta coinvolgendo centinaia di persone indignate. A scatenare il tutto sono state due associazioni animaliste,  'essereAnimali' e 'Nemesi Animale', che per 18 mesi hanno hanno documentato la realtà dei visoni in Italia.

visoni liberi (9)Guarda la gallery
(Attenzione: le immagini posso ferire la sensibilità dei lettori)

 

Entrando negli allevamenti, si legge sul sito Visoniliberi, piazzando telecamere nascoste e tramite un infiltrato è stata documentata,con un video choc, l'uccisione dei visoni con camere a gas, la loro vita in gabbia e la loro sofferenza.


 

video visoniGuarda il video
(Attenzione: le immagini posso ferire la sensibilità dei lettori)

 
Lo scopo di questo documento, che si inserisce in un contesto europeo che ha visto altri report condotti da organizzazioni di attivisti in Norvegia, Svezia, Finlandia, Danimarca e Spagna è il primo passo per una campagna di sensibilizzazione e pressione con l'obiettivo di giungere all'abolizione della pratica dell'allevamento di animali per la produzione di pellicce.

In Italia ci sono 16 allevamenti di visoni, riferiscono gli ambientalisti, e un allevamento di cincilla. Queste aziende rinchiudono in totale circa 200 mila animali. Il numero di queste attività è drasticamente calato dagli anni '90, in cui circa 125 allevamenti erano segnalati alla Camera di Commercio e la produzione era arrivata a 400 mila animali uccisi ogni anno.

Ecco, dal racconto delle associazioni, che cosa succede in quei lager.

"La vita in gabbia e lo stress portano molti di questi animali a mostrare segni di cedimento psicologico, evidenziati dai comportamenti stereotipati, documentati nel nostro caso piazzando una telecamera nascosta vicino ad una gabbia.  Il povero visone prigioniero va avanti e indietro ritmicamente tutto il giorno o quasi.
 
La vita a stretto contatto di animali che sono in natura solitari porta a gravi casi di aggressioni e ferite. In particolar modo nel periodo in cui i piccoli, tenuti fino a 5 in una gabbia, iniziano a crescere, questi fenomeni sono diffusi ed evidenti. Abbiamo trovato visoni con ampie ferite alla testa, alla coda, alle zampe.
 
La vita di prigionia porta alcuni animali stressati ad automutilarsi. Non possiamo sapere se alcune delle ferite da noi riscontrate, alle zampe o alla coda, possano essere derivanti dallo stress e siano autoinfilitte.
 
In seguito a malattie o ferite molti animali agonizzano o muoiono nelle gabbie. I loro compagni non possono fare altro che convivere con chi sta morendo o con i cadaveri.
 
L’uccisione in alcuni allevamenti avviene ancora con l’utilizzo di tubo di scarico di un trattore all’interno di una camera a gas artigianale. L’uso dei fumi di scarico è legale, ma la difficoltà di creare concentrazioni sufficienti e precise di CO rende questo metodo insicuro, lento e doloroso per gli animali. I visoni, animali semi-acquatici ed evoluti per trattenere a lungo il fiato, restano minuti dentro queste camere a gas prima di morire. I graffi all’interno delle pareti della camera a gas da noi documentata provano i loro disperati tentativi di liberarsi. La camera a gas ricavata da un vecchio frigorifero e dal tubo di scappamento di un trattore. Sono ben visibili i segni lasciati dai visoni che cercano disperatamente di sfuggire alla morte.
 
All’apertura della camera a gas gli allevatori sono tenuti a controllare uno ad uno che i visoni siano morti. Le immagini da noi ottenute in uno dei più importanti allevamenti di visoni in Italia provano che questo non accade e gli animali vengono gettati in un rullo con della segatura senza accertarsene."

 

Tags:
visonianimalistiantegnate
Loading...
Loading...

i più visti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Skoda Kodiaq, arriva il restyling

Skoda Kodiaq, arriva il restyling


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.