A- A+
Sport
Albertini: "Tavecchio? giusto voglia continuare"

"Ho sentito Tavecchio mercoledì, mi sembra giusto che voglia continuare": lo ha spiegato Demetrio Albertini  - commentando le polemiche legate all'avversario nella corsa alla presidenza della Figc, Carlo Tavecchio.  L'ex centrocampista del Milan e della Nazionale ha fatto sapere che nell'incontro durato poco piu' di un'ora e mezza tra lui e Malago' "abbiamo parlato del programma singolo, di quello che puo' essere il futuro, e della condivisione che deve esserci tra le nostre componenti. Se sono ottimista? Il responsabile dello sport italiano era giusto che incontrasse i due candidati. Io e Tavecchio siamo diversi, ognuno ha il suo percorso e le sue idee, come sempre c'e' bisogno del confronto e dell'appoggio di tutti".

Dell'ipotesi del commissariamento alla Figc "non si e' parlato, e comunque non ce n'e' la necessita' essendoci due candidati".

"Cosa dico a chi ha ritirato l'appoggio a Tavecchio (l'ultimo in ordine temporale è stato il Torino di Urbano Cairo, ndr)? Sono loro che devono votare, ognuno ha la responsabilita' del proprio voto", ha replicato Albertini.

Tags:
albertinitavecchiomalagòfigc

i più visti

casa, immobiliare
motori
Con Citroen Ami alla scoperta di Monza

Con Citroen Ami alla scoperta di Monza


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.