A- A+
Sport
Calcio/ Albertini: mi candido presidente per 'cambio marcia' Figc

Carlo Tavecchio ha finalmente uno sfidante nella corsa alla poltrona di presidente della Figc. Demetrio Albertini, attuale numero due della Federazione, ha infatti annunciato nel corso di una conferenza stampa la sua disponibilita' a ricoprire il ruolo lasciato libero da Giancarlo Abete all'indomani dell'eliminazione dell'Italia dai Mondiali. "Nelle ultime due settimane ho ricevuto telefonate e richieste da parte di tanti che rappresentano il mondo del calcio che mi chiedevano di candidarmi alla guida della Federazione".

E ha citato l'Assocalciatori, "che pero' per il momento non mi ha ancora candidato", e "tanti ex colleghi fino a qualche presidente - Albertini ha confessato di non aver ricevuto chiamate da Barbara Berlusconi ndr -, che pero' mi ha detto che non mi sosterra' perche' sono un calciatore, anche se la mia esperienza dirigenziale ormai supera per numero di anni quella da atleta". Ad Albertini ha fatto piacere soprattutto "trovare gente per strada, tifosi non votanti, che mi chiedevano di rappresentare il calcio nei prossimi anni. E' stata una cosa che non mi aspettavo, una sensazione che ha rafforzato la speranza di poter promuovere un cambiamento reale e di non tradire mai la passione dei tifosi". Albertini, come del resto lo stesso Tavecchio, in realta' non e' ancora a tutti gli effetti un candidato, in quanto serve l'appoggio di almeno tre componenti del mondo del calcio per poter concorrere, ma si mette a disposizione per condividere la sua filosofia e il suo progetto con quelle componenti (come ad esempio la Lega di Serie A, quella di B e l'Aic) che non hanno ancora espresso la loro linea in vista delle elezioni federali dell'11 agosto. "La mia agenda e' aperta, da qui al 27 di luglio ci sara' tempo, spero, per convincere le altre componenti a scegliere qualcosa di diverso", ha detto Albertini, anticipando alcuni spunti che saranno alla base del suo programma.

E dunque una governance, che dovra' essere piu' snella ed efficiente ed in grado di far dialogare tra loro professionisti e dilettanti; un progetto sportivo che non parli solo di numero di squadre nei campionati, ma di valorizzazione dei vivai e di allargamento della base per il reclutamento; la revisione dei criteri di inserimento nelle rose e una nuova politica sull'immigrazione degli atleti. Un ultimo punto riguarda invece la valorizzazione dello sport sul territorio, soprattutto attraverso il rapporto con il governo, con il Coni e con il mondo della scuola. Pur precisando di avere un rispetto immenso nei confronti del rivale Tavecchio, Albertini si e' augurato una "nuova centralita' della Figc, istituzione che non deve essere solo un luogo di spartizione di potere e di poltrone come sembra stia avvenendo in questi giorni. Io ho il sogno che il calcio italiano possa tornare ad essere come era negli anni '90, quando il nostro era il campionato piu' bello del mondo". Chiamato a sbilanciarsi su chi potrebbe essere il nuovo ct della Nazionale nel caso di una Federazione con lui alla guida, l'ex milanista ha spiegato: "In Italia abbiamo dei grandi allenatori. Leggo sui giornali nomi cosi' importanti che si potrebbe tranquillamente scegliere con gli occhi bendati. Dipendera' molto da chi avra' dei progetti piu' in linea con quelli della Figc perche' allenare la Nazionale e' diverso rispetto ad un club".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
albertini
in evidenza
E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

Corporate - Il giornale delle imprese

E-Distribuzione celebra Dante
Il Paradiso sulle cabine elettriche

i più visti
in vetrina
Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


casa, immobiliare
motori
Mercedes SLK festeggia ad ‘Auto e Moto d’Epoca’ i suoi 25 anni

Mercedes SLK festeggia ad ‘Auto e Moto d’Epoca’ i suoi 25 anni


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.