A- A+
Sport

 

alonso raikkonen domenicali

ALONSO "NON VOGLIAMO FERMARCI QUI" -

Fernando Alonso vince in Spagna davanti la sua gente la seconda gara della stagione. Un successo senza ombre per l'asturiano della Ferrari. "Devo dire che l'emozione e' forte - afferma - la folla ci ha aiutato, si sentiva il sostegno. La macchina e' andata benissimo in ogni singolo dettaglio. Siamo contenti e non vogliamo fermarci qua. Non e' cambiato nulla, sappiamo che sono passate solo cinque gare, alcune sono andate bene, siamo arrivati quasi sempre sul podio, ma in altre abbiamo commesso errori e abbiamo avuto qualche problema meccanico. Ma con questa macchina possiamo combattere per il campionato. Secondo me avevamo il passo per fare quattro soste e tirare al massimo, la strategia e' andata bene". "I dieci giri piu' lunghi della storia? Era la verita' in quel momento quando me lo hanno comunicato via radio - continua Alonso nell'analisi della gara a Sky - Non c'era piu' niente da decidere, Kimi era dietro con gomme piu' vecchie, ci poteva fermare solo un problema meccanico e non volevamo che succedesse. Certo che possiamo vincere il titolo, abbiamo fatto tre gare senza problemi, un ritiro in Malesia e un quasi ritiro in Bahrain. Con gare normali il podio e' sempre vicino, dobbiamo prederne 5-6 consecutivi e coqnuistare un buon bottino. Non dimentichiamo che non siamo ancora la macchina piu' veloce e che a Maranello stanno lavorando giorno e notte".

MONTEZEMOLO CHIAMA ALONSO E MASSA PER COMPLIMENTI - Il presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, ha chiamato al telefono Fernando Alonso pochi minuti dopo che il pilota asturiano aveva tagliato per primo il traguardo del gran premio di Spagna. Complimenti anche a Felipe Massa, terzo sul podio, e al direttore sportivo Stafano Domenicali.

DOMENICALI "CONTENTO MA E' SOLO UNA GARA" - Sono contento per la squadra, i piloti, per la gente a casa. Pero' abbiamo vinto solo una gara, dobbiamo fare ancora tanto". Questo il commento a caldo ai microfoni della Rai del direttore sportivo della Ferrari, Stefano Domenicali, dopo il successo di Fernando Alonso e il terzo posto di Felipe Massa in Spagna.

ALONSO VINCE E PER FERRARI E' SODDISFAZIONE DOPPIA - Fernando Alonso vince nella sua Spagna sulla pista di Montmelo' e riduce il gap su Sebastian Vettel nella quinta prova del mondiale 2013 di Formula 1. Per il ferrarista e' il secondo successo stagionale dopo quello ottenuto in Cina nel terzo appuntamento della stagione. Un sapore sempre speciale per l'asturiano vincere davanti la propria gente che gli ha riservato un gran calore sottolineando con entusiasmo le sue prodezze in pista. Una vittoria limpidissima quella di Alonso perche' sin dalla prima curva si era capito che la sua monoposto aveva qualcosa in piu'. Perfetta la gestione dei pit-stop e i cambi gomme in una gara dal degrado notevole. Una soddisfazione doppia per la Ferrari con Felipe Massa terzo e per la prima volta sul podio in questa stagione, a dimostrazione di un vero dominio della scuderia di Maranello. Non fermarsi qui. Deve essere questo adesso l'obiettivo della Ferrari in vista della gara di Monaco dove diventa importante partire davanti agli altri. Ora i punti di Alonso sono 72 contro gli 89 di Vettel e gli 85 di Kimi Raikkonen. E proprio il finlandese della Lotus Renault, con un'altra ottima gara, si e' piazzato tra le due Ferrari chiudendo la gara con una sosta in meno rispetto agli avversari. Raikkonen viaggia a fari spenti rispetto a Ferrari e Red Bull ma e' un avversario piu' che rispettabile: successo in Australia e dopo i soli 6 punti arrivati in Malesia ben tre secondi posti consecutivi. Ottima la gara di Felipe Massa, partito dalla nona posizione; il brasiliano sembra essere tornato quello dei tempi migliori ed e' importante non solo per se stesso, ma anche per Alonso e per la classifica costruttori.Per il brasiliano sul podio con il proprio figlio. Sebastian Vettel ha ottenuto il massimo in una giornata in cui di piu' la sua Red Bull probabilmente non poteva fare, visto la velocita' di chi gli e' stato davanti; il leader e' sempre lui. Il compagno di squadra Mark Webber ha chiuso al quinto posto in un momento in cui sembra piu' vicino il suo divorzio Il team principal Chris Horner, intervistato dalla "Welt am Sonntag", e' stato poco tenero: "In questo mondo, tutto e' deciso dai risultati. Mark e' un pilota molto capace, ma la sua carriera e' al tramonto, non e' piu' in primavera". Anche questa volta solo un'illusione per la Mercedes dopo la terza pole consecutiva. Nico Rosberg non e' riuscito an andare oltre la sesta posizione e la velocita' della monoposto in gara non e' certo la stessa che in qualifica. Manca ancora il passo per potere ambire al successo. Settimo posto per Paul Di Resta (Force India) che ha preceduto le due Mclaren di Button e Perez e fa un po' di tristezza vederle nelle retrovie. A chiudere la zona punti la Toro Rosso di Daniel Ricciardo (Toro Rosso). La cronaca della gara: tre posizioni in meno dalla griglia per Massa e Gutierrez, rei di avere ostacolato in qualifica Webber e Button. Rosberg mantiene la posizione conquistata in pole alla partenza, seguito da Vettel e Alonso, protagonisti di un'ottima partenza; Hamilton scivola in quarta. Bella sfida tra Perez e Massa con il ferrarista che riesce ad avere la meglio e a guadagnare la sesta posizione dopo essere partito dalla nona. Al 7 giro Raikkonen attacca e sorpassa Hamilton. Il primo ritirato e' Grosjean. Tra il 9 e l'11 giro cominciano i pit-stop e all'uscita Alonso si inserisce tra Rosberg e Vettel guadagnando una posizione. Al 14 giro Alonso sorpassa Rosberg e va al comando; anche Vettel si sbarazza di Rosberg e quindi ci riesce anche Massa. La situazione e' Alonso, Vettel, Massa, Raikkonen, Rosberg e Webber. Al 21 e 22 passaggio sosta per Massa e Alonso che montano le gomme dure. Van der Garde perde una gomma e rientra ai box con tre ruote. Alonso si avvicina a Raikkonen che al 26 giro rientra ai box; le due Ferrari davanti a tutti. Al 36 giro Hulkenberg tampona, Vergne. Raikkonen recupera e Alonso decide di rientrare per il terzo cambio cosi' come Massa. Lo spagnolo rientra dietro e si va a riprendere il comando della corsa al 39 giro superando Raikkonen. Il finlandese rientra solo al 46 giro per montare le dure. Al 50 giro pit-stop anticipato di due giri per Alonso a causa di una leggera foratura e lo spagnolo conserva la leadership. Si ferma anche Massa, mentre Raikkonen no e questo gli permette di guadagnare la seconda posizione.

Tags:
alonsomassaraikkonenvettelferrarired bulllotushamilton
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.