A- A+
Sport
AMBROSINI

"Devo ringraziare il Milan che mi ha dato l'opportunita' di vedere stadi meravigliosi, di giocare con giocatori fantastici, di indossare la fascia di capitano, l'amarezza non puo' superare la felicita' per tutto quello che ho fatto". Cosi' Massimo Ambrosini nella conferenza stampa del suo addio al Milan. "Ringrazio tutti quanti, a partire dal presidente, poi Galliani, Braida, tutti. Sono stati 18 anni meravigliosi che non potro' dimenticare, mi sono preso 2-3 giorni per smaltire un po' di amarezza, ma penso sia normale e giustificabile - ha proseguito Ambrosini -. Vorrei ringraziare tutte le persone che si vedono meno, ma che lavorano a Milanello e che per me sono stati una famiglia, il grazie speciale va a tutti i miei compagni di squadra".

Ancora sulla decisione della società: "Non tocca a me a dire se è giusta o sbagliata, non è una cosa scandalosa visto che ho 36 anni. Mi avrebbe fatto piacere magari se mi fosse stata comunicata con maggiore attenzione, però io sono qui ripeto per ringraziare e salutare tutte le persone che mi hanno permesso di essere un giocatore del Milan, a loro va il mio ultimo pensiero. Non è stata una scelta indolore, ne sono certo, ma avevo capito cosa sarebbe successo. La vicenda dell'allenatore ha allungato tutta la vicenda. Il mio attaccamento per questa maglia è molto forte, non vado via rabbia". Sull'altra sponda del Naviglio però nelle stesse ore capitan Zanetti rinnovava con l'Inter per il diciannovesimo anno...  "Sono vicende che riguardano un altra società, io ho già spiegato il mio pensiero sulla decisione del Milan". Ricordi, i momenti belli e brutti: "Istanbul è una partita che tutti vorrebbero rigiocare, mentre la prima coppa alzata da capitano, cioè la Supercoppa Europea contro il Siviglia, non si può dimenticare mai".

Ambro non esclude di chiudere la carriera a Firenze. "E' una grandissima società allenata da un grande allenatore e con un grande progetto. Se lo si facesso avanti, sentirei la loro proposta". Lascia dopo una stagione iniziata male e poi... "E' stata miracolosa. Qualche merito ce l'ho anch'io, in una stagione così non è stato facile stare tranquilli nei momenti più difficili. Arrivare terzi è un risultato incredibile".

Su Allegri ammette: "Se l'allenatore avesse voluto la volontà di trattenermi, magari avrebbe provato a convicnere la società. Penso sia stata una decisione condivisa da società e mister, ma la capisco. Allegri è arrivato in periodo del Milan in cui ha dovuto prendere tante decisioni difficili, come per esempio lo scorso anno. Non era in una posizione facile. Cosa succedeva se fosse cambiato l'allenatore? Non lo so..."

Il nuovo capitano sarà Montolivo: "Non deve essere una cosa automatica in base all'anzianità. E' una decisione che deve essere condivisa da squadra e società. Montolivo ha tutto per fare il capitano del Milan e lo ha dimostrato quest'anno., ma se la fascia fosse passata sul braccio di Abbiati o Bonera il Milan sarebbe stata in buone mani. L'importante è che sia una decisione condivisa da tutti".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ambrosinigallianiallegri
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.