A- A+
Sport
Ancelotti, l'azzurro dopo il blanco: "Ct? Quando scade Prandelli..."

Il tecnico del Real neo campione d'Europa, Carlo Ancelotti, vede un presente blanco più che mai dopo aver vinto la storica Decima ( e dire che al 93° della finale vedeva la sconfitta vicinissima e forse anche il suo futuro da tecnico del Madrid). Ma nel calcio tutto cambia nel giro di uno o due anni. Carletto lo sa e non esclude la possibilita' di allenare un giorno gli azzurri: "Allenare la Nazionale - ha spiegato ritirando il Premio Bearzot presso il Salone d'Onore del Coni - e' sempre il traguardo di ogni allenatore. Ora mi piace molto allenare le squadre tutti i giorni, il giorno che smettero' di divertirmi ci pensero'".

"Quando scade il contratto di Prandelli chiamo la Figc... - scherza Ancelotti -, ho un po' di tempo per pensarci". Parole dette ridendo ma chissà che dopo Euro 2016 don Carlo non prenda davvero il testimone dall'attuale commissario tecnico...

L'ex mister rossonero ha commentato la nomina di Inzaghi allenatore del Milan: "Ha un entusiasmo straordinario, una grande voglia di fare e ha gia' maturato esperienza nel settore giovanile. Certamente ha tutte le caratteristiche per farlo. E' conosciuto nell'ambiente, se diventera' allenatore del Milan, buona fortuna".

"Le caratteristiche le hanno tutti - ha aggiunto - ma nessuno all'inizio ha esperienza, quella te la fai nel tempo. Per un allenatore e' importante la conoscenza del gioco, poi c'e' la pratica e la preparazione del tecnico. La cosa piu' complicata e li' e ci devi studiare, perche' non hai conoscenze nella programmazione e nella preparazione".

Il tecnico del Real Madrid ha poi commentato la stagione di Seedorf: "Alla fine credo che il suo lavoro lo ha fatto, perche' ha preso una squadra molto in difficolta' e ha fatto un buon girone di ritorno. Poi la societa' ha il diritto di valutare come meglio crede. Se c'e' mai stata una possibilita' che io tornassi al Milan? No. Si fa presto a dire che se uno non vince la finale salta: la vittoria ha tanti padri, la sconfitta ne ha uno solo. Nel calcio e' sempre colpa dell'allenatore quando si perde". E chiudendo l'argomento, Ancelotti conferma di voler proseguire la sua avventura al Bernabeu: "Ragionando a breve termine sto molto bene al Real Madrid e spero di continuare".

Da allenatore campione d'Europa con i "blancos", Ancelotti ha fatto anche il punto sulla crisi del calcio italiano: "Cosa manca? Un po' di pazienza e qualche soldino...", dice il tecnico di Reggiolo, aggiungendo: "Momenti ciclici li vivono tutte le nazioni, lo scorso anno sono arrivate in finale di Champions League due tedesche, quest'anno due spagnole. L'Italia aveva portato tre squadre in semifinale nel 2003. Si va a cicli, ora in questo senso l'Italia e' carente, ma a livello giovanile stanno uscendo molti giovani italiani di grandissimo talento". Secondo Ancelotti, il campionato italiano "resta competitivo dal punto di vista tecnico e tattico. Gli allenatori italiani, come conoscenze, hanno il vantaggio dell'esperienza che si fa con tantissimi sistemi di gioco, la serie A e' un torneo molto vario".

"Quello che manca - conclude l'ex allenatore rossonero - e' tutto l'intorno. La cultura sportiva, le infrastrutture, un ambiente positivo. Al top in Europa ora c'e' l'Inghilterra, che negli anni '80 aveva peggiori problemi rispetto a noi, ma ora e' il paradiso dello sport".

Mondiali: "La Spagna puo' essere favorita con il Brasile al prossimo mondiale. L'Italia puo' fare bene con forza ed energia ma sulla carta non e' favorita. L'Italia e' una squadra molto rispettata, giocare contro l'Italia non e' mai facile. Ho parlato con i miei giocatori spagnoli e portoghesi, c'e' grande rispetto. Io faccio tanto tifo e sono convinto che Prandelli fara' il massimo".

Tags:
ancelottiprandellictmondialireal madridcarlettoreggiolo
in evidenza
Aria fredda polare sull'Italia Fine maggio da... brividi

Meteo previsioni

Aria fredda polare sull'Italia
Fine maggio da... brividi

i più visti
in vetrina
Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede

Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede


casa, immobiliare
motori
BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.