A- A+
Sport
rafa benitez

"Andrò via a fine stagione in ogni modo". Rafa Benitez si arrende e annuncia l'addio al Chelsea dopo il 30 giugno. Mai amato dai tifosi (che non gli hanno perdonato le guerre contro Mou ai tempi del Liverpool) sin dal momento della sua nomina, ripetutamente contestato e per giunta in crisi di risultati. Non che potesse fare miracoli, però era arrivato per vincere il Mondiale per Club (un po' sul clichè dei tempi interisti) e invece si è trovato sconfitto in finale (dopo questa volta gli è toccato il Corinthians, non il morbido Mazembe). La Premier League poi è un mezzo pianto: ultimamente ha perso pure il terzo posto che dà l'accesso diretto alla Champions League. Nulla di compromesso, ma resta il fatto che il Tottenham ora è a più due e che persino il preliminare al momento è a rischio con l'Arsenal a meno due dal suo Chelsea quarto. C'è di buono che gli sono rimaste le Coppe. L'annuncio dell'addio lo ha dato dopo la vittoria per 2-0 sul Middlesbrough, che ha qualificato i Blues ai quarti della Coppa d'Inghilterra. In Europa League è agli ottavi, seppur per miracolo: solo il gol di Hazard al 92esimo ha permesso al Chelsea di pareggiare il ritorno in casa per 1-1 contro il modesto Sparta Praga e passare il turno.

Insomma, un Benitez ancora in corsa per sollevare qualche trofeo e comunque per il terzo posto, ma contestato e insicuro. "Sono tecnico ad interim, come ha detto il club, i tifosi perdono il loro tempo", ha detto in queste ore con una punta di veleno. Parole differenti rispetto all'insediamento, quando sperava di non essere traghettatore. Invece dalla prossima stagione sulla panchina blues si accomoderà qualcun altro. Il nome di Antonio Conte è stato fatto (pur se alla Juve sono convinti che rimarrà senza alcune remora), i tifosi sognano José Mourinho. Ma non sono escluse sorprese: negli scorsi giorni ad esempio è circolato il nome di Manuel Pellegrini. Il cileno che non ha infiammato nella sua avventura al Real, sta facendo bene con il Malaga e si è messo a prendere lezioni di inglese proprio in queste settimane.  In Germania invece giurano che potrebbe essere Jupp Heynches (che lascerà il Bayern a Pep Guardiola) l'uomo di Abramovic per la rifondazione.

Lo zar comunque è irritato per l'uscita di Benitez. Non sono escluse soluzioni drastiche nel breve o medio periodo.

Intanto fa sensazione il fatto che Roberto Di Matteo sia stato cancellato dalla foto commemorativa della Champions league vinta a maggio. Una scelta più che discutibile nei confronti di un tecnico che ha scritto una pagina incancellabile nella storia del club.

 

 

Tags:
rafa benitezchelseaabramovicdi matteo
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.