A- A+
Sport
Napoli Euro-flop. Benitez si difende: "Noi fuori a testa alta"

"Questo e' il calcio. Abbiamo avuto la possibilita' di fare 3 gol nel primo tempo, 2-3 nel secondo, poi pero' abbiamo subito il gol che ha cambiato tutto, perche' dovevamo rischiare, alzare la linea e loro avevano piu' spazio.Cambiata la formazione di partenza? E' andata bene, no?". Rafa Benitez non si abbatte e anzi elogia i suoi ragazzi dopo il 2-2 con il Porto che per il Napoli significa addio all'Europa League. "Il presidente era con noi negli spogliatoi, siamo tutti un po' tristi ma ho detto ai ragazzi che abbiamo lasciato l'Europa a testa alta, con una partita di massimo livello fino al gol dell'1-1 - precisa il tecnico spagnolo ai microfoni di Canale 5 -.Cosa dovrei dire ai miei? Parliamo di 25-27 tiri in porta o fuori, e' mancato il secondo gol. Oggi dovevamo stare 3-0 nel primo tempo". Il tecnico spagnolo ritiene che la squadra abbia fatto "una partita spettacolare fino al gol subito. Abbiamo avuto tante occasioni per fare la differenza, e' stata una partita a senso unico - aggiunge ai microfoni di Sky - ma dovevamo chiuderla e quando abbiamo preso gol e' cambiato tutto". Callejon e Hamsik fuori dai titolari, ma Benitez non rinnega le scelte di formazione ("dobbiamo gestire la rosa, abbiamo due partite alla settimana ed e' importante utilizzare questi giocatori che hanno qualita', come Pandev e gli altri in campo") e non vuole sentir parlare di stagione deludente: "abbiamo cambiato tanto, la squadra e' nuova, l'allenatore e' nuovo, il modo di giocare e' nuovo. Siamo usciti dalla Champions con 12 punti, abbiamo 5 punti in piu' in campionato rispetto all'anno scorso e siamo in finale di Coppa Italia. Sono molto, molto soddisfatto del percorso e della stagione. Se poi vogliamo essere come il Bayern, la prossima volta compriamo 20 giocatori". Nessun pronostico sull'esito di questa Europa League: "la Juve e' forte ma lo sono anche le altre, vinca il migliore", chiosa Benitez.

Higuain: "Meritavamo, ma ora guardiamo avanti" - Il PIpita ai microfoni di Premium: “Meritavamo la qualificazione, abbiamo fatto una buona partita creando tante occasioni, ma il loro portiere è stato bravo. È stata un’Europa sfortunata per il Napoli: siamo usciti dalla Champions pur facendo tanti punti e oggi forse meritavamo di più. Ora però dobbiamo guardare avanti, la stagione non finisce qui: abbiamo ancora la finale di Coppa Italia e le ultime dieci di campionato. Dobbiamo andare avanti, anche l’applauso che ci hanno fatto i tifosi nel finale lo conferma”.

Napoli fa 2-2 in casa col Porto, e' fuori - L'illusione della rimonta e' durata poco piu' di 50', quelli trascorsi dal gol di Pandev al pareggio di Ghilas.Sembrava alla portata la qualificazione ai quarti per il Napoli, che in un "San Paolo" gremito aveva aggredito il Porto nella maniera giusta, con lucidita' ed equilibrio, incanalando il match nei binari migliori, vista la rete dell'attaccante macedone dopo appena 16'. Dopo 24 minuti della ripresa, pero', un improvviso blackout della retroguardia azzurra, fin li' poco impegnata, ha permesso a Fernando di lanciare Ghilas, appena subentrato a un impalpabile Varela, e mettere fine ai sogni. Poi, con il Napoli alla disperata ricerca di un gol che riaccendesse la speranza, la magia di Quaresma che ha definitivamente lanciato il Porto ai quarti e mandato all'inferno la squadra di Benitez, che in extremis e' riuscita almeno a evitare la sconfitta casalinga grazie al guizzo di Zapata. Sara' quindi soltanto la Juventus, domani, a difendere i colori italiani in Europa League, mentre la Champions e' purtroppo affare d'altri. Eppure si era messa bene con il Napoli. Dopo le iniziative di Mertens e Insigne - preferiti da Benitez a Callejon e Hamsik, con Pandev alle spalle di Higuain - gli azzurri si portano in vantaggio con Pandev dopo 16': splendida giocata di Higuain per il macedone, bruciata la linea portoghese e tocco sotto sull'uscita di Fabiano. Tutto in equilibrio, adesso, e il Napoli respira un po', riaffacciandosi dalle parti del portiere lusitano attorno alla mezz'ora, ancora con Mertens. Il Porto si mostra piu' vivo (Martinez, su corner, spaventava Reina), il Napoli piu' pericoloso: altro strepitoso assist di Higuain, Mertens puntuale all'appuntamento con la palla, non con il gol; poi Insigne: fuori. Al rientro di nuovo Insigne contro Fabiano: ancora il portiere portoghese ad avere la meglio sul colpo di testa a botta sicura del 24 azzurro; i 55mila del "San Paolo" tremano al 57', quando un colpo di testa di Carlos Eduardo sibila di un soffio a lato, poi quasi impazziscono di gioia quando Higuain, tutto solo davanti a Fabiano, si fa sbarrare la porta. Il Napoli spinge, spazio anche ad Hamsik per Pandev, ma al 24' arriva la doccia gelata: splendida intuizione di Fernando per Ghilas che, appena entrato per Varela, col sinistro non da' scampo: 1-1 e a questo punto al Napoli servirebbe un'impresa, con due gol in 20', ma rischia grossissimo con Defour, che colpisce il palo esterno in contropiede. Al 31', pero', le speranze del Napoli finiscono definitivamente in soffitta: Quaresma, fin li' nullo, si inventa un gol meraviglioso andando via a Behrami e Inler freddando Reina con un sinistro perfetto all'incrocio dei pali. Callejon e Zapata nel finale per Mertens e Higuain, i due si muovono bene e riescono a evitare la sconfitta proprio allo scadere. Magrissima consolazione.

Tags:
beniteznapolieuropa league
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.