A- A+
Sport

Galliani, non e' ritiro punitivo ma decisione del tecnico. Recuperiamo Kaka', Birsa e Silvestre - "Non e' un ritiro punitivo. Certamente abbiamo detto ai giocatori, allenatori, che il Milan non puo' essere soddisfatto del 12esimo posto in classifica. Serve essere concentrati e rimanere assieme, serve pensare e il ritiro in questo senso ci sembra la soluzione migliore, senza scopi punitivi. E' una decisione dell'allenatore, condivisa dalla societa' e quindi nessun giocatore ha eccepito nulla". Lo ha dichiarato ai microfoni di Milan Channel il dirigente rossonero Adriano Galliani a proposito del ritiro della squadra fino al prossimo match di campionato. Sulle modalita' del ritiro, Galliani ha precisato: "A partire da giovedì sera, anche i non convocati resteranno a dormire qui. Poi per venerdi' sera invece resteranno solo i convocati, anche per motivi legati alla logistica. Nessun giocatore ha avuto alcunche' da eccepire. Quando mancano i risultati, c'e' sempre una qualche motivazione, dobbiamo scoprirla. Non facciamo il ritiro per motivi di cabala, ma semplicemente perche' riteniamo che sia utile per tutti noi". Sull'immediato futuro della squadra Galliani ha aggiunto "Io credo che possiamo recuperare Kaka', Birsa e Silvestre. Per De Sciglio dovremo aspettare qualcosa in piu', non sara' a disposizione contro l'Udinese, ma vediamo per il Barcellona. Stare qui assieme in questa giornata d'autunno, con questo sole meraviglioso e tutti questi colori e' fantastico. Quasi quasi resto in ritiro anch'io.E' un posto bellissimo, non e' mica un lager o una punizione. E' un posto per stare assieme, concentrarsi, e prepararsi per iniziare la scalata in classifica".

rami robinho

MILAN, PROBLEMI CON RAMI? BRONZETTI SMENTISCE

 Rami al Milan a gennaio è fatta. Anzi no. Dalla Spagna voci preoccupanti sull'arrivo del 27enne difensore centrale francese. Stando a quanto riporta Cadena Ser, non è ancora stato trovato l’accordo sull’ingaggio: il club offre un quadriennale (in caso di riscatto a giugno) da 2,5 milioni di euro più un bonus di 500mila euro se la squadra partecipa alla Champions. Il difensore chiede uno stipendio fisso di 3 milioni di euro.

Problemi anche sul cartellino: il Valencia vorrebbe far pagare il prestito di Rami 500mila euro, che verrebbero poi eventualmente scalati dal riscatto di 7 milioni di euro se i rossoneri decidessero di acquistare il francese a titolo definitivo nell’estate 2014. Ernesto Bronzetti però smentisce e assicura che l'affare verrà presto concluso, per la felicità di Allegri che potrà averlo a disposizione però solo dalla riapertura della lista di mercato a gennaio. Con i 4 turni a Mexes, Bonera e Silvestre che stanno uscendo ora dall'infermeria, le incertezze di Zapata, Zaccardo che sin qui non ha convinto (ma rischia di essere titolare con l'Udinese) e Vergara ancora acerbo ci sarebbe stato bisogno di Rami sin da oggi.

berlusconi milanello

MILAN E LE VOCI SULLA MISSIONE NEGLI EMIRATI ARABI

Dopo l'Inter toccherà al Milan dar spazio a investitori stranieri?

La voce gira dal almeno quattro o cinque anni e sin qui i fatti hanno sempre smentito i gossip. O, quantomeno, tutte le proposte pervenute sul tavolo di Berlusconi non hanno trovato alcun ascolto da parte del patron. Cambierà qualcosa ora?  Secondo Tuttosport, una fetta rossonera a presto potrebbe parlare arabo. Un emissario del patron volerebbe ad Abu Dhabi. In programma incontri con qualche emiro. In passato si parlò di Al Thani e del cugino Al Maktour. Ora si vedrà, ma pare sempre più evidente che il Milan per restare (o tornare) davvero al top in Europa (ma pure in Italia) ha bisogno di rilanci: dallo stadio di proprietà (o il famoso quarto anello attiguo) a investitori che magari si affianchino a Berlusconi, visto che comunque l'attuale proprietario non pare aver ancora voglia di vendere la maggioranza del club.

La figlia Barbara tra l'altro è impegnatissima in queste settimane: nel 2014 verrà inaugurata la nuova sede rossonera. Addio alla storica in via Turati, si passerà a un edificio-Milan in zona Rho-Fiera, con tanto di sala dei trofei-museo, ristoranti e via dicendo. Il club rossonero presenterà anche un nuovo logo.

'MISTER' INZAGHI: "ANCELOTTI DICE CHE SONO PRONTO? CI VUOLE PAZIENZA" - Filippo Inzaghi, allenatore della Primavera rossonera, ha parlato ai microfoni di "Sky Sport 24": "Ce ne sono tanti di giocatori talentuosi che poi si sono un po' persi, penso che madre natura mi abbia dato tanto ma ci ho messo tanto del mio, allenandomi bene. Ancelotti ha detto che sono già pronto? Ci vuole pazienza, cerco di portare gli insegnamenti che ho avuto dagli allenatori, rispettare gli altri e studiare, che per i ragazzi è importante".

el shaarawy modificato 13

El Shaarawy, cresta non c'entra con mio gioco. Due settimane e torno - "In passato con la cresta ho fatto bene e ho fatto male, quindi la cresta non ha nulla a che fare col mio modo di giocare". Stephan El Shaarawy, a margine della gara d'inaugurazione della Chronotech League, risponde a distanza al tecnico Allegri, che nei giorni scorsi - senza fare nomi - ha chiesto ai calciatori di dare l'esempio, senza creste e orecchini. Un messaggio che sembra rivolto anche a Balotelli, in questi giorni nell'occhio del ciclone. "Ma non e' colpa sua - lo difende il Faraone - E' un ragazzo e va lasciato in pace". L'attaccante italo-egiziano e' ancora ai box "ma non vedo l'ora di tornare a giocare e soprattutto di giocare insieme a Kaka'. Non ce la faro' per la prima gara col Barcellona e settimana prossima faro' un'ecografia al piede. Mancano due settimane più o meno al mio rientro, sto recuperando bene. Sono stati due infortuni vicini, uno dietro l'altro, è quasi un mese e mezzo che sono fuori. Ho tanta voglia di rientrare e di ritorna a giocare, a segnare e anche a rimontare perché non è un momento bellissimo.". Poi una battuta sul futuro: "io ho in testa solo il Milan, l'ho gia' ribadito a piu' riprese e voglio rimanere qui".

De Sciglio ancora fermo, Kakà convocabile con l'Udinese - Ricky vuole essere titolare contro il Barcellona e dovrebbe essere a disposizione già contro l'Udinese. Problemi in difesa: Mattia De Sciglio non sarà a disposizione con la squadra di Guidolin. Il difensore rossonero non ha ancora completato il recupero ma spera pure lui di essere agli ordini di Allegri col Barça il 22 ottobre. Resta in dubbio anche Matias Silvestre, possibile chance per Christian Zaccardo reduce dai tre gol incassati al centro della difesa contro il modesto Caen.

Tags:
berlusconiabu dhabyemirati arabi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator: design autenticamente Jeep

Gladiator: design autenticamente Jeep


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.