A- A+
Sport

Jose' Mourinho contro la Uefa parte seconda. Sfogo pesante quello dello Special One al termine della Supercoppa Europea persa ai rigori dal suo Chelsea contro il Bayern Monaco, con i Blues costretti a giocare dall'85' in dieci per l'espulsione di Ramires. Il tecnico portoghese non ha accettato la sconfitta e come quando fu eliminato dal Barcellona in semifinale di Champions al timone del Real Madrid punta il dito contro gli uffici di Nyon. "Sono dispiaciuto perche' per me - e posso avere un'opinione, non saro' punito perche' ho un'opinione - ha perso la squadra migliore. Ma nel calcio succede".

Ma Mou e' furioso per la lunghezza del recupero nei supplementari, fatale al Chelsea, e soprattutto per il secondo giallo a Ramires. "Se ami il calcio non puoi uccidere una finale con una seconda ammonizione come quella - tuona - Con gli arbitri inglesi, con coloro che amano il calcio, che amano comunicare con i giocatori, che amano allenare i giocatori, non sarebbe successo. Un buon arbitro inglese avrebbe interrotto il gioco, avrebbe detto a Ramires 'non hai fatto male a nessuno ma poteva succedere' e avrebbe detto ai giocatori del Bayern 'non tuffatevi, non provocate, giocate puliti' e la partita sarebbe finita 11 contro 11". Poi tira fuori i precedenti. "Ero al Chelsea e ho giocato due o tre volte in 10 contro il Barcellona. Sono andato all'Inter e ho giocato una semifinale di Champions per un'ora in 10 contro il Barcellona. Sono andato al Real Madrid e ho giocato di nuovo in 10 una semifinale di Champions. Sono tornato al Chelsea e gioco una Supercoppa europea di nuovo in dieci. Traete le vostre conclusioni, devo essere solo sfortunato...", la sua provocazione.


"E' la mia storia con la Uefa da tantissimo tempo, ho ormai un'esperienza fantastica di partite giocate in 10 in gare Uefa - ironizza Mou - Ormai alleno i miei giocatori in modo che, anche in 10, anche stanchissimi, possono creare un'occasione per segnare e giocarsela. Tutti hanno dato tutto e penso che la mia esperienza di partite giocate in dieci ci ha dato una mano. Ma il calcio e' uno sport di 11 contro 11. Le mie squadre non sono ne' violente ne' aggressive, ci sarebbe da scrivere un libro". E poi un'ultima frecciata: "l'arbitro aveva molta voglia di dare un minuto di recupero nel primo tempo supplementare". Di diverso avviso, ovviamente, le parole di Guardiola. "Ha vinto la squadra migliore - commenta il tecnico del Bayern Monaco - Abbiamo avuto delle opportunita' enormi per segnare perche' in attacco siamo stati bravissimi. Abbiamo attaccato molto bene e loro sono stati bravi in contropiede come fanno sempre le squadre di Mourinho. Avevano la vittoria in pugno ma un secondo fa la differenza nel calcio e siamo stati fortunati. Mou dice che ha perso la squadra migliore? E' normale che lo dica ma anch'io ho la mia opinione".

Tags:
mourinhofuriososupercoppa

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.