A- A+
Sport
stefano mauri

Quattro anni e mezzo (54 mesi) per Stefano Mauri e una penalizzazione di 6 punti e 20mila euro di multa per la Lazio. Sono le richieste del Procuratore federale Stefano Palazzi in merito al processo al Calcioscommesse relativo alle due presunte combine Lazio-Genoa e Lecce-Lazio del 2011.

Il pm federale ha precisato la gradazione per la pena richiesta per il capitano della Lazio: 3 anni di squalifica per l'illecito in Lazio-Genoa, piu' 6 mesi per la continuazione con la successiva combine Lecce-Lazio, oltre a 6 mesi per gli effettivi risultati conseguiti e altri 6 mesi per la violazione del divieto di scommesse.

Palazzi ha inoltre richiesto per gli altri due club coinvolti, Genoa e Lecce, -3 punti da scontarsi nella prossima stagione. Per quanto riguarda gli altri deferiti, Palazzi ha chiesto la squalifica per 3 anni e mezzo di Massimiliano Benassi, Stefano Ferrario, Omar Milanetto e Antonio Rosati. Pene attenuate invece per Alessandro Zamperini (2 anni) e Mario Cassano (1 anno), in quanto in continuazione con le precedenti squalifiche di 5 anni con richiesta di radiazione subite dai due in precedenti processi.

Tags:
calcioscommesselaziopalazzimauri
in evidenza
Malocclusione dentale e abitudini Cos’è, come trattarla e conseguenze

Trattamento ortodontico

Malocclusione dentale e abitudini
Cos’è, come trattarla e conseguenze


in vetrina
McDonald’s, riparte il welfare sociale “Sempre Aperti a Donare”

McDonald’s, riparte il welfare sociale “Sempre Aperti a Donare”


motori
Mercedes-Maybach: quint’essenza del Luxury

Mercedes-Maybach: quint’essenza del Luxury

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.