A- A+
Sport

ZAPATA "PECCATO QUEL PALO DI NIANG" - "Abbiamo fatto benissimo a San Siro, peccato che al Camp Nou non siamo riusciti a fare quello che era nelle nostre aspettative, la nostra idea era di giocare meglio e fare gol, purtroppo non ci siamo riusciti". Questa, al termine dell'allenamento di questa mattina, l'analisi di Cristian Zapata dopo il pesante ko incassato martedì a Barcellona e la conseguente eliminazione in Champions League. "Sono state due partite belle, ma ora andiamo avanti. Sarebbe stato meglio riuscire a fare almeno un gol come ci eravamo prefissi", ha spiegato il difensore colombiano ai microfoni di Milan Channel. "Quando ho visto che Niang era solo ho pensato: adesso gli facciamo gol. Poi ha preso il palo, ma lui e' un bravo ragazzo e va bene cosi', andiamo avanti - ha assicurato Zapata -. Certo, poteva cambiare tutto, loro avevano abbassato il ritmo e mentalmente sarebbe stato come "ammazzarli" e invece hanno preso ancora piu' fiducia. Non mi aspettavo che Messi potesse fare un gol del genere, ha segnato con una rapidita' impressionante, ha messo la palla dove Abbiati non poteva proprio arrivare. Penso che Xavi e Iniesta facciano un ottimo gioco e possesso palla, poi Messi e' fondamentale quando entra nel loro gioco e spacca le squadre in due". La Champions League e' andata, in campionato il Milan sta facendo molto bene e ha un obiettivo ben chiaro in queste ultime 10 partite. "Domenica sara' una partita molto difficile contro il Palermo, sappiamo che dovremo fare bene e arrivare al secondo posto - conclude Zapata -, questo e' il nostro obiettivo ora. Troveremo una squadra molto chiusa che giochera' in contropiede".

mexes

GALLIANI: "ORA REAGIAMO CON IL PALERMO" - "Sul palo di Niang, ho capito tutto. In una serata come questa, certi segnali sono chiarissimi. Ho detto subito a Barbara Berlusconi, adesso rischiamo anche il 2-0. Il calcio è così". Adriano Galliani, a mente fredda, è fatalista sul ko di Barcellona che ha estromesso il suo Milan dai quarti di Champions League. "E' intelligente pensare che il pallone non entra mai per caso, ma io penso che a volte il pallone entri o non entri davvero per caso". Tra rimpianti e l'assenza del Pazzo: "Peccato anche per la palla di Robinho nel secondo tempo, Bojan è stato molto bravo, in casi del genere avere un centravanti di ruolo che anticipa il difensore è molto importante". Dodici mesi fa, a cavallo delle due sfide con il Barça il Milan si giocò lo scudetto (pari a Catania, sconfitta in casa con la Fiorentina e poi pari interno col Bologna) a vantaggio della Juve. Ora non bisogna commettere gli errori del passato. C'è terzo posto da difendere e un secondo posto alla portata: "Adesso però pensiamo a Milan-Palermo, non dobbiamo assolutamente ripetere la partita di Campionato dell'anno scorso con la Fiorentina proprio al ritorno da Barcellona!".

Fronte Bojan - Nell'incontro con i dirigenti del Barcellona è emersa scarsa propensione allo sconto rispetto ai 15 milioni complessivi per prendere il cartellino del fantasista catalano. A queste condizioni il Milan non lo riscatterà. C'è stato un tentativo di rinviare la questione all'anno prossimi, rinnovando il prestito. Ma è soluzione che sin qui non ha convinto in primis il Piccolo Lord. Si vedrà comunque più avanti.

LA NOTTE DELL'IMBARCATA. LE REAZIONI

barcellona milan

ALLEGRI "FINO AL 90' MESSO PRESSIONE A BARCA" - E' sereno Massimiliano Allegri ai microfoni di Sky Sport, al termine della partita che ha sancito l'eliminazione del Milan dalla Champions. "Nella prima mezzora c'e' stato un Barcellona straordinario, anche se non avevano avuto grandi occasioni a parte il goal. La qualificazione si giocava sul filo del centimetri: preso il palo con Niang, sul capovolgimento di fronte abbiamo preso gol. Sul secondo, terzo e quarto gol ci sono stati errori in uscita dalla difesa. Mi spiace per la societa' e per il gruppo, ma ci abbiamo provato anche nel finale dove ci sono state un paio di situazioni non sfruttate al meglio. Teniamo comunque conto che in campo avevamo cinque debuttanti in Champions. Spero che ora tutti non parlino di una disfatta, perche' il Barcellona ha fatto una grande partita e noi fino al novantesimo abbiamo messo pressione e paura ai catalani. Poi l'abbiamo combinata con la punizione di Robinho... ma ogni tanto ci capita"

Allegri cerca di spiegare nel dettaglio il match: "Ci ha dato fastidio la posizione di Villa che ci allargava i centrali, ma al di la' di questo, il Barcellona ha dimostrato di avere dei grandi campioni come Messi, Inesta e Xavi" ha aggiunto. Il tecnico milanista non si dice pentito delle scelte. "No. C'erano tanti giovani, ma c'era bisogno di gamba. Tutti criticano Niang, ma se avesse fatto quel goal sarebbe stata la scelta giusta. Se mi rimarra' per molto il palo di Niang negli occhi? Quel palo poteva darci la qualificazione, ma noi dobbiamo ora concentrarci sulla partita di campionato contro il Palermo e puntare ad ottenere uno dei posti per rifare la Champions il prossimo anno".

BOJAN: "PERSO CONTRO I NUMERI UNO. PENSIAMO AL TERZO POSTO" - "Ci abbiamo provato con tutte le nostre forze, ma abbiamo perso contro la squadra più forte al mondo. Da domani testa al terzo posto, tutti uniti!".

barcellona milan 1

 

CAPITAN AMBROSINI, "NON SIAMO STATI ALL'ALTEZZA - "Non siamo stati all'altezza della situazione". Sono queste le prime parole di un affranto Massimo Ambrosini, al termine della disfatta del Milan a Barcellona ai microfoni di Sky Sport. "Abbiamo preso gol subito e poi non siamo piu' stati in grado di giocare come andava fatto. Magari la partita ci servira' per il futuro, ma l'avremmo certamente fatto a meno di questa lezione. Adesso dedichiamoci al Campionato, visto che non avremo piu' le fatiche di Champions sulle spalle".

NIANG "PIU' CHE PALO PESA IL GOL SUBITO DOPO" - "Non ci sto pensando troppo a quell'occasione. Mi e' spiaciuto di piu' che dopo pochi minuti abbiamo preso gol". Cosi' Mbaye Niang, ai microfoni di Sky, ha commentato la propria delusione per la sconfitta di Bacellona e l'eliminazione dalla competizione. "Non ho sentito il peso di giocare questa partita. In occasione del palo, forse ho pagato il fatto di aver corso tanto per tutta la partita e magari mi e' mancata lucidita' al momento del tiro. Comunque adesso vediamo di concentrarsi sulla partita col Palermo e lasciarci alle spalle questa sconfitta".

messi modificato 2

FLAMINI "ADESSO NON DIAMO LE COLPE A NIANG" - Il centrocampista francese ha usato parole di conforto nei confronti di Niang, il giocatore che nel primo tempo poteva dare al Milan la rete qualificazione. "Non si possono dare tutte le colpe a Niang. Ha preso il palo e puo' succedere -ha detto il francese ai microfoni di Sky-. Quell'occasione poteva cambiare il corso della partita, ma bisogna guardare avanti. Cosi' e' il calcio". Flamini rende merito al Barca. "Loro hanno dimostrato di essere una grande squadra, forse la migliore al mondo, ma noi abbiamo sbagliato molto, non abbiamo giocato il nostro gioco, non siamo riusciti ad uscire e questo ha favorito il loro gioco - ha aggiunto - Loro hanno fatto un pressing molto alto, un calcio veloce e bello, mentre noi non siamo riusciti a giocare il nostro calcio e alla lunga questo ha fatto la differenza. Se ci saranno ripercussioni psicologiche dopo questa sconfitta? Un po' di difficolta' psicologica puo' rimanere. Una sconfitta cosi' e' dura, ma va dimenticata e bisogna concentrarci sulla partita di Palermo".

ABATE: "GLI ABBIAMO REGALATO IL PRIMO TEMPO, PECCATO PERCHE'..." - "Secondo me abbiamo regalato il primo tempo al di là delle invenzioni di Messi nei due gol. Noi non abbiamo giocato ed eravamo poco propositivi. Non possiamo permetterci di regalare un tempo, nella ripresa con un po’ di calma e predisposizone siamo usciti meglio e creato un paio di situazioni che potevano portarci al gol. Per giocare qui devi avere gente abituata a certi ambienti, non possiamo colpevolizzare, però, i nostri giovani, d’altronde per arrivare al top si passa anche per queste serate", spiega a Milan Channel. "Loro sono partiti forte ma erano un po’ spaventati dall’andata, l’occasione l’abbiamo avuta ma non l’abbiamo sfruttata e dopo è arrivato il 2-0 ma potevamo essere meno timorosi nella prima frazione. L’azione fermata per fuorigioco? Ho sperato nel tocco di prima di Prince, ma aveva l’uomo attaccato, è stato un peccato perché degli spazi c’erano per fargli male, mi dispiace perché c’era l’occasione di buttarli fuori questa volta. Campionato? L’obiettivo primario è tornare in Champions. Adesso Sannino verrà con 11 uomini dietro la linea della palla col Palermo, ma noi dobbiamo pretendere il massimo da qui alla fine”.

montolivo modificato 7

BARCELLONA-MILAN 4-0, ROSSONERI ELIMINATI - Il Barcellona ha battuto 4-0 il Milan nel ritorno degli ottavi di finale della Champions League ed elimina i rossoneri che avevano vinto 2-0 all'andata. Si spengono su un clamoroso palo di Niang nel primo tempo le speranze di passare il turno del Milan. Nella bolgia del Camp Nou e' subito Leo Messi a riscattare la scialba prestazione di San Siro, realizzando dopo nemmeno cinque minuti una rete da antologia: uno-due con Xavi al limite dell'area e poi l'argentino fa partire un tiro bellissimo che si spegne imprendibile alle spalle di Abbiati. La risposta e' affidata ad El Shaarawy sul lancio di Boateng, ma la sua conclusione in area e' troppo debole per impensierire i blau grana. Al 12' il Barca sfiora il raddoppio con un gran tiro dalla distanza di Insieta. Abbiati si oppone da campione e devia la palla sulla traversa, sulla ribattuta si avventa Leo Messi di testa, ma la sua conclusione si spegne sull'esterno della rete. E' un assedio del Barcellona, che nei primi venti minuti sfiorano ancora la rete con Xavi da fuori. Il Milan agisce soprattutto di rimessa, ma e' un clamoroso errore di Mascherano ad innescare la volata di Niang che arriva a tu per tu con Valdes e fa partire un diagonale alla destra del portiere che pero' si spegne sul palo.

La legge del calcio e' spietata: goal sbagliato, goal subito. E sul ribaltamento di fronte Leo Messi raddoppia con un preciso tiro dalla media distanza dopo aver ricevuto palla da Iniesta. La ripresa si apre con un errore di Constant a meta' campo che favorisce un'iniziativa del solito Messi, il quale dopo aver scartato due uomini impegna Abbiati. Dopo nemmeno dieci minuti della ripresa, la terza rete dei catalani: rinvio di Zapata, grande anticipo di Mascherano che passa a Xavi, bella apertura sulla destra, Constant va a vuoto e Villa batte Abbiati. Il Milan prova a reagire, ma si rende pericoloso solo negli ultimi dieci minuti con Robinho su cross di Bojan. A tempo scaduto Jordi Alba sfrutta una leggerezza di Robinho che getta al vento un calcio di punizione e chiude sul 4 a 0.

IL TABELLINO FINALE

Barcellona - Victor Valdes; Dani Alves, Piqué, Mascherano (33' st Puyol), Jordi Alba; Busquets, Xavi, Iniesta; Pedro (39' st Adriano), Messi, Villa (29' st Sanchez). A disposizione: Pinto, Song, Fabregas, Tello. Allenatore: Roura.
 
Milan - Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Constant; Flamini (29' st Flamini), Ambrosini (15' st Muntari), Montolivo; Boateng, Niang (15' st Robinho), El Shaarawy. A disposizione: Amelia, Bonera, De Sciglio, Nocerino. Allenatore: Allegri.

Arbitro - Kassai (Ung)
 
Marcatori - 5' Messi, 40' Messi, 9' st Villa, 47' st Jordi Alba
 
Ammoniti  Pedro (B), Boateng, Flamini, Mexes (M)

Tags:
championsbarcellonaallegrimessiniang
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

Scatti d'Affari
Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni


casa, immobiliare
motori
Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.