A- A+
Sport
Uefa, verso una multa di 60 mln a Psg-City. Ma lo sceicco vuole Messi a Manchester

Il massimo organismo europeo sta per sanzionare Manchester City e Psg per aver violato le norme sul fair play finanziario. I nodi stanno per venire al pettine e il momento delle decisioni è sempre più vicino. Michel Platini sarà chiamato a prendere una posizione non semplice qualunque sia il verdetto finale. Stando alla Bbc per i due club sarebbe in arrivo un'ammenda di 60 milioni di euro e la riduzione delle rispettive rose a un massimo di 21 giocatori per le competizioni Uefa. Con il blocco del tetto salariale (cosa non di secondo piano, se si vuole ingaggiare nuovi top player). Se le due societa' non dovessero trovare un accordo con il governo del calcio europeo, secondo la Bbc a giugno arriveranno le sanzioni non negoziabili della Uefa.

Eppure gli sceicchi non sembrano così preoccupati di queste indiscrezioni. Le voci sul mercato del Psg sono note (da Pogba a Pjanic per fare un paio di nomi), del City continua a rimbalzare il rumors clamoroso secondo cui il club - prossimo a vincere la Premier League - vorrebbe fare il colpo più clamoroso di ogni epoca: lo sceicco Mansour è disposto a scucire 200 milioni di euro pur di strappare Leo Messi al Barcellona. Il quattro volte Pallone d'Oro è reduce da una stagione deludente sia dal punto di vista del suo rendimento (relativamente al fatto che è un fenomeno...) che del suo club (zero tituli) e impegnato in una difficile trattativa di rinnovo con i blaugrana. In queste incertezze vuole inserirsi il City. Un affare su cui pesano però mille variabili:la volontà della Pulce, del Barcellona e... di Michel Platini.

Tags:
leo messicitypsguefafair play finanziario
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Temptation Island 2021, ecco le coppie e i tentatori in gara

Temptation Island 2021, ecco le coppie e i tentatori in gara


casa, immobiliare
motori
Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.