A- A+
Sport
Coronavirus, Spadafora: "Serie A? Se c'è accordo sul protocollo ok riprendere"
Foto LaPresse

Coronavirus, Spadafora: "Serie A? Se c'è accordo sul protocollo ok riprendere"

Vincenzo Spadafora, come freqientemente ha fatto nelle ultime ore, è tornato a parlare di campionati ed allenamenti su Mi Manda Raitre: "In questi giorni il Comitato tecnico scientifico sta incontrando le varie componenti del mondo del calcio, non solo la Figc, per avere approfondimenti sul protocollo presentato - ha detto -. Se verrà trovata una sintesi tra il Comitato e la Federcalcio gli allenamenti potranno riprendere e questo avrà una ricaduta positiva anche sulla possibile ripartenza del campionato. Viceversa sarà il governo a decretare, per motivi di evidente emergenza sanitaria, la chiusura del campionato anche creando, nei limiti del possibile, le condizioni affinché il mondo del calcio paghi meno danni possibile".  "In questo secondo caso ci assumeremmo noi le responsabilità della decisione - ha aggiunto Spadafora -. Bisogna lanciare un appello anche alla Serie A per finire qui polemiche e scontri, perché il calcio deve essere anche in questo momento un simbolo di leggerezza, passione e gioco".

Palestre e bonus per gli autonomi

Spadafora ha poi parlato dell'attività sportiva più in generale: "Proporremo entro l'inizio della prossima settimana al Comitato tecnico scientifico, perché le stiamo ultimando proprio in queste ore, le linee guida per la possibile riapertura dei centri sportivi e delle palestre, cosa che mi sta molto a cuore. E se il Cts dovesse convalidarle, vorrei poterle inserire già nel prossimo Dpcm che partirà dal 18 maggio". Possibile che il Governo "aumenti il bonus per lavoratori autonomi e partite iva da 600 a 800 euro, ha poi concluso il ministro dello Sport. "Stiamo lavorando a questo e, se sarà così, aumenteremo ovviamente anche il bonus per i lavoratori sportivi a 800 euro".

La risposta della Lega Serie A

"Apprezzo molto le parole del Ministro Spadafora e il suo appello - ha risposto in una nota il Presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino, dopo che il ministro aveva chiesto di smetterla con polemiche e scontri -. Da parte della Lega Serie A c’è stata e sempre ci sarà disponibilità a un dialogo costruttivo, nella certezza che il lavoro del ministro dello Sport e il nostro non possano che mirare a un bene comune nella sua accezione più ampia. È un momento tremendo per il Paese e per il mondo, solo uniti e compatti se ne uscirà insieme". "Come tutti gli italiani vorremmo tornare a lavorare e a vivere la nostra vita quanto prima - ha proseguito Dal Pino -. Naturale che la Lega Serie A voglia giocare a pallone, sarebbe contro natura dire il contrario. Chi ha un mestiere vorrebbe sempre continuare a farlo. Se sarà possibile farlo rispettando norme e protocolli sanitari, bene. Altrimenti ci atterremo rigorosamente, come abbiamo sempre fatto, alle decisioni del Governo. Il Ministro può avere certezza del nostro spirito costruttivo e collaborativo e che la mia sintonia con il presidente della Figc Gravina è assoluta".

Loading...
Commenti
    Tags:
    vincenzo spadaforaserie acoronavirusmalattiapandemiavirusgovernocampionato
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Classe S, svelata a Padova per la prima volta in Europa

    Mercedes Classe S, svelata a Padova per la prima volta in Europa


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.