A- A+
Sport
Cortina 2021 si chiude con successo, anche sul piano del rilancio economico
Un'immagine della cerimonia di chiusura (Pentaphoto/Fondazione Cortina 2021)

I mondiali di sci alpino si sono chiusi con un grande successo organizzativo, obiettivo non scontato per il primo grande evento sportivo dell'era-Covid 19. La ricerca realizzata da Format Research evidenzia anche l'impatto positivo di Cortina 2021 sugli aspetti economici e d'immagine del nostro Paese.

Presentati in un incontro dal titolo eloquente (“Ma come fanno bene i Mondiali all’economia e all’immagine Italia!”), i dati hanno tratteggiato un quadro altrettanto chiaro: “Se la pandemia ha piegato l’economia, i Mondiali hanno dato ossigeno alle imprese, a Cortina, al Veneto e al made in Italy”, ha detto Valerio Toniolo, Commissario alle opere di Cortina 2021. “In media, l’impatto delle aziende interpellate sul fatturato/ricavi è stato del 5,9% nel 2020, con un valore molto simile a quello del biennio precedente. Il 78,7% delle imprese intervistate ritiene che sia stata una scelta giusta quella del Governo di investire sul territorio e il 62,7% delle aziende considera gli investimenti fatti un’eredità importante per la zona”.

Se non ci fossero stati i mondiali, il 77,2% delle imprese sondate avrebbe avuto una riduzione del fatturato. Luciano Patanè, Presidente di Confturismo e Confcommercio, cha commentato: “Prima del Covid, l’organizzazione di grandi eventi generava ricadute economiche sul territorio di svolgimento: oltre due euro e mezzo per ogni euro speso. Oggi i Mondiali si svolgono senza pubblico, questo valore – non solo per Cortina ma per l’intero Paese – diventa ancora più consistente. Si proietta nel mondo l’immagine di un’Italia organizzata, resiliente e accogliente: tappa fondamentale anche per il turismo sul percorso di una ripresa che oggi appare lontana ma traguardabile, che cominciamo a costruire da ora”.

Il 70% delle aziende considera che le opere legate a Cortina 2021 abbiano contribuito a rilanciare il territorio: “Possiamo parlare di modello Cortina; vogliamo lasciare alle future generazioni una località moderna e competitiva”, ha commentato il Sindaco Gianpietro Ghedina.

Il 63,5% delle imprese ha deciso di assumere (o di aumentare le assunzioni) proprio per via dell'evento sportivo, dato che spinge Lorraine Berton, Presidente di Confindustria Belluno e a capo del tavolo Grandi eventi della Confindustria nazionale, a dire: “Questi dati non ci sorprendono ma anzi ci lusingano; abbiamo un’occasione storica davanti che è quella dei grandi eventi che possono rilanciare la montagna, troppo spesso dimenticata. Voglio fare i complimenti a quanti hanno lavorato a questo straordinario evento che resterà alla storia”. I

I mondiali di Cortina si sono svolti all'insegna della sostenibilità ambientale e sociale, con il 72,6% degli investimenti ambientali rivolti al risparmio energetico, il 38,1% alla gestione differenziata dei rifiuti, e il 16,9% all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Alessandro Benetton, presidente di Fondazione Cortina 2021, ha commentato: “Questo Mondiale dimostra che si possono fare le cose con standard altissimi di sostenibilità, sicurezza e legalità – tutti ci hanno accompagnato in questa grande avventura: il territorio, la politica, il mondo dello sport”.

L'esito positivo di Cortina 2021 viene visto come l'ideale viatico per Milano-Cortina 2026 e Carlo Mornati, Segretario generale del Coni, ha spiegato: “Non avremmo avuto le Olimpiadi senza i mondiali di Cortina. Gli italiani hanno dimostrato di essere i numeri 1 nell’organizzazione di un evento in piena pandemia. Dal punto di vista sportivo 10 e lode, ma non c’è da sedersi sugli allori. Il pragmatismo del Veneto e degli italiani ci aiuterà”.

Per il ministro Federico d’Incà, bellunese di nascita, “i mondiali rivestono un’importanza straordinaria per il nostro territorio, offrendo una grande visibilità al Bellunese: lo sport è un volano importantissimo grazie ai valori che porta con sé e ha la capacità di sapere raccontare le peculiarità del territorio. Ci troviamo, quindi, di fronte a una grande opportunità per la montagna e per le prospettive socio economiche che avranno un ulteriore crescita anche grazie alle Olimpiadi del 2026. Dobbiamo essere orgogliosi del lavoro svolto”.

Commenti
    Tags:
    cortina 2021 si chiude con successoanche sul piano del rilancio economico




    in evidenza
    "Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

    De Filippi furiosa in tv

    "Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

    
    in vetrina
    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


    motori
    Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

    Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.