Thohir potrebbe decidere di ridare l'Inter a Massimo Moratti?

La clamorosa indiscrezione è lanciata calcioefinanza.it. Che spiega: "Nei circoli finanziari meneghini si vocifera infatti che, nelle pieghe dell'accordo di investimento (subscription agreement), che ha consentito a Thohir e ai suoi soci di rilevare il 70% dell'Inter, l'uomo d'affari indonesiano avrebbe ottenuto una clausola (in gergo finanziario opzione put) che gli consentirebbe di rivendere il pacchetto di maggioranza del club a Moratti qualora, nel tempo, non dovessero quadrare alcune situazioni". E ancora: "Questa clausola del contratto, a differenza di quelle relative alla governance (maggioranze qualificate, diritti di veto e co-vendita), non è stata inserita nel nuovo statuto della società nerazzurra, redatto dal notaio milanese Luca Barassi e i cui dettagli sono stati svelati sabato 30 novembre dalla Gazzetta dello Sport. Si tratta infatti di una pattuizione che riguarda esclusivamente i rapporti tra Thohir e i suoi soci, da una parte, e Moratti, dall'altra, e che le parti non sono tenute a rendere pubblica, non essendo l'Inter una società quotata in un mercato regolamentato".

"Tuttavia, chi ha seguito da vicino la trattativa sostiene che l'opzione put in mano al tycoon indonesiano sarebbe stata messa nero su bianco sul contratto e si attiverebbe come un paracadute nel caso in cui eventuali difficoltà di ordine burocratico-amministrativo dovessero impedire a Thohir di sviluppare il club sul modello economico dei club anglosassoni (leggasi, tra le altre cose, difficoltà in merito alla costruzione di un nuovo stadio o all'ammodernamento di San Siro). Di qui la necessità di incontrare immediatamente i vertici istituzionali locali, visto che Thohir non sarà in Italia più di tre o quattro volte l'anno, così da farsi subito una prima impressione di come è la situazione sul fronte burocratico-amministrativo", viene sottolineato.

lavezzi modificato 5

INTER, SCENDE DZEKO SALE IL POCHO

Dzeko in picchiata, Lavezzi sale. Il borsino di mercato dell'Inter registra nuove fluttuazioni in vista di gennaio.

Il sogno di Walter Mazzarri legato al bomber bosniaco che darebbe un bel peso all'attacco nerazzurro si continua a infrangere contro scogli ruvidi e difficili da abbattere. Non bastassero i costi (cartellino e ingaggio) ecco anche le parole nette di Manuel Pellegrini, allenatore del Manchester City. Edin si sente poco considerato dal tecnico spagnolo malgrado i 7 gol (in sole quattordici presenze)? Lui pare chiedergli pazienza perchèp la stagione è ancora lunga e ritiene di non poterne fare a meno della sua presenza: "Gli ho dato fiducia prima dell'inizio della stagione. E' importante per il club avere un gruppo di giocatori competitivi. Se vogliamo vincere qualcosa abbiamo bisogno di giocatori importanti".

Qualcosa invece si muove da Parigi. Caratteristiche completamente opposte quelle del Pocho, punta esterna. Ma dribbling e velocità che Mazzarri ben conosce. L'agente Alejandro Mazzoni avrà a breve un colloquio con Laurent Blanc per discutere un "piano di uscita" visto che l'ex stella del Napoli non si sente al centro del progetto targato Psg. Lavezzi non è incedibile, ma cosa: venne pagato 28 milioni impossibile ipotizzare un'uscita a meno di 15. L'Inter vorrebbe il prestito oneroso con diritto di riscatto. E poi c'è l'ingaggio da 4 milioni a stagione che va contro i tetti di Thohir (2,5 milioni, al massimo 3). Però la volontà milanese di Lavezzi potrebbe limare molte distanze. Tanto dipenderà da un Psg in cui sono molte le stesse che non si sentono a loro agio: il giovae Lucas che fatica a confrontarsi la realtà europea, Menez in scadenza a giugno e l'eterna promessa Javier Pastore (che però ha giurato proprio recentissimamente di voler restare).

MONTOYA E RANOCCHIA - Inter mobile anche sui terzini. Inutile riparlare della possibilità molto concreta di prendere Vrasljco dal Genoa. In Spagna il Mundo Deportivo, riporta che l'agente del 22enne Martin Montoya, Josep Maria Orobitg, incontrerà nei prossimi giorni i dirigenti nerazzurri. Sul suo tavolo anche un'offerta del Liverpool e si è parlato anche di uno scambio con il Napoli che girerebbe il colombiano Zuniga a Barcellona (piace a Tata Martino). Montoya però in cuor suo spera che i blaugrana gli facciano un'offerta di rinnovo che lui non possa declinare.

Intanto secondo Tuttosport, Josè Mourinho avrebbe fatto un sondaggio per Andrea Ranocchia, in scadenza nel giugno 2015. Il difensore centrale sarebbe il sostituto di David Luiz, dato per sicuro partente.

2013-12-03T09:59:39.707+01:002013-12-03T13:15:00+01:00truetrue1006116falsefalse82Sport/sport4130988210062013-12-03T09:59:39.77+01:0010062013-12-03T13:22:57.183+01:000/sport/dzeko-inter-031213false2013-12-03T13:16:03.86+01:00309882it-IT102013-12-03T13:15:00"] }
A- A+
Sport
thohir moratti

Thohir potrebbe decidere di ridare l'Inter a Massimo Moratti?

La clamorosa indiscrezione è lanciata calcioefinanza.it. Che spiega: "Nei circoli finanziari meneghini si vocifera infatti che, nelle pieghe dell'accordo di investimento (subscription agreement), che ha consentito a Thohir e ai suoi soci di rilevare il 70% dell'Inter, l'uomo d'affari indonesiano avrebbe ottenuto una clausola (in gergo finanziario opzione put) che gli consentirebbe di rivendere il pacchetto di maggioranza del club a Moratti qualora, nel tempo, non dovessero quadrare alcune situazioni". E ancora: "Questa clausola del contratto, a differenza di quelle relative alla governance (maggioranze qualificate, diritti di veto e co-vendita), non è stata inserita nel nuovo statuto della società nerazzurra, redatto dal notaio milanese Luca Barassi e i cui dettagli sono stati svelati sabato 30 novembre dalla Gazzetta dello Sport. Si tratta infatti di una pattuizione che riguarda esclusivamente i rapporti tra Thohir e i suoi soci, da una parte, e Moratti, dall'altra, e che le parti non sono tenute a rendere pubblica, non essendo l'Inter una società quotata in un mercato regolamentato".

"Tuttavia, chi ha seguito da vicino la trattativa sostiene che l'opzione put in mano al tycoon indonesiano sarebbe stata messa nero su bianco sul contratto e si attiverebbe come un paracadute nel caso in cui eventuali difficoltà di ordine burocratico-amministrativo dovessero impedire a Thohir di sviluppare il club sul modello economico dei club anglosassoni (leggasi, tra le altre cose, difficoltà in merito alla costruzione di un nuovo stadio o all'ammodernamento di San Siro). Di qui la necessità di incontrare immediatamente i vertici istituzionali locali, visto che Thohir non sarà in Italia più di tre o quattro volte l'anno, così da farsi subito una prima impressione di come è la situazione sul fronte burocratico-amministrativo", viene sottolineato.

lavezzi modificato 5

INTER, SCENDE DZEKO SALE IL POCHO

Dzeko in picchiata, Lavezzi sale. Il borsino di mercato dell'Inter registra nuove fluttuazioni in vista di gennaio.

Il sogno di Walter Mazzarri legato al bomber bosniaco che darebbe un bel peso all'attacco nerazzurro si continua a infrangere contro scogli ruvidi e difficili da abbattere. Non bastassero i costi (cartellino e ingaggio) ecco anche le parole nette di Manuel Pellegrini, allenatore del Manchester City. Edin si sente poco considerato dal tecnico spagnolo malgrado i 7 gol (in sole quattordici presenze)? Lui pare chiedergli pazienza perchèp la stagione è ancora lunga e ritiene di non poterne fare a meno della sua presenza: "Gli ho dato fiducia prima dell'inizio della stagione. E' importante per il club avere un gruppo di giocatori competitivi. Se vogliamo vincere qualcosa abbiamo bisogno di giocatori importanti".

Qualcosa invece si muove da Parigi. Caratteristiche completamente opposte quelle del Pocho, punta esterna. Ma dribbling e velocità che Mazzarri ben conosce. L'agente Alejandro Mazzoni avrà a breve un colloquio con Laurent Blanc per discutere un "piano di uscita" visto che l'ex stella del Napoli non si sente al centro del progetto targato Psg. Lavezzi non è incedibile, ma cosa: venne pagato 28 milioni impossibile ipotizzare un'uscita a meno di 15. L'Inter vorrebbe il prestito oneroso con diritto di riscatto. E poi c'è l'ingaggio da 4 milioni a stagione che va contro i tetti di Thohir (2,5 milioni, al massimo 3). Però la volontà milanese di Lavezzi potrebbe limare molte distanze. Tanto dipenderà da un Psg in cui sono molte le stesse che non si sentono a loro agio: il giovae Lucas che fatica a confrontarsi la realtà europea, Menez in scadenza a giugno e l'eterna promessa Javier Pastore (che però ha giurato proprio recentissimamente di voler restare).

MONTOYA E RANOCCHIA - Inter mobile anche sui terzini. Inutile riparlare della possibilità molto concreta di prendere Vrasljco dal Genoa. In Spagna il Mundo Deportivo, riporta che l'agente del 22enne Martin Montoya, Josep Maria Orobitg, incontrerà nei prossimi giorni i dirigenti nerazzurri. Sul suo tavolo anche un'offerta del Liverpool e si è parlato anche di uno scambio con il Napoli che girerebbe il colombiano Zuniga a Barcellona (piace a Tata Martino). Montoya però in cuor suo spera che i blaugrana gli facciano un'offerta di rinnovo che lui non possa declinare.

Intanto secondo Tuttosport, Josè Mourinho avrebbe fatto un sondaggio per Andrea Ranocchia, in scadenza nel giugno 2015. Il difensore centrale sarebbe il sostituto di David Luiz, dato per sicuro partente.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
dzekointerosvaldomazzarrithohir
in evidenza
Mourinho furia contro Orsato Ma non per il rigore...

Juve-Roma, polemica continua

Mourinho furia contro Orsato
Ma non per il rigore...

i più visti
in vetrina
Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


casa, immobiliare
motori
Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie

Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.